Cronaca

Protesta aeroportuali, Fisascat Cisl: “Non ci faremo intimorire”

bandiere cisl

Genova. La Fisascat Nazionale in una nota esprime tutta la propria solidarietà ai dirigenti, ai quadri, agli operatori, ai delegati ed agli iscritti della Fisascat Cisl di Genova che ieri, durante la doppia manifestazione, che ha visto davanti a Palazzo Tursi, in via Garibaldi, la protesta dei lavoratori del settore aeroportuale e quelli delle ditte appaltatrici dell’Amt, sono stati minacciati.

“Mentre quotidianamente devono tutelare i lavoratori dai tagli che le imprese ed i committenti effettuano nell’area dei servizi di pulizia – si legge nel comunicato – contemporaneamente devono difendere il proprio diritto ad esistere ed a esprimere la propria militanza sindacale Fisascat e Cisl dai comportamenti intimidatori e violenti di alcuni facinorosi aggressori”.

Il Segretario Generale della Fisascat Cisl, Pierangelo Raineri ha definito “gravi i fatti accaduti ieridurante una pacifica manifestazione di lavoratrici delle imprese di pulizia davanti palazzo Tursi a Genova ai quali elementi aderenti alla Cgil hanno tentato di impedire di manifestare liberamente per la difesa del posto di lavoro”.

“Tali atteggiamenti – scrive Ranieri nel comunicato – non fanno che aggravare il clima di intolleranza dimostrato ancora una volta dai soliti elementi noti e rischia di alimentare pericolose azioni contro la democrazia sindacale, ma né la Fisascat, né la Cisl si faranno mai intimorire e continueranno a lottare per un sindacato libero nel nostro Paese, garanzia della base democratica della nostra società”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.