Cronaca

Milleproroghe, Burlando: “Convocato il Comitato istituzionale”

Genova - sestri ponente edificio via Giotto. Visita Burlando

Liguria. “Un sospiro di sollievo”. Questo il commento a caldo del presidente della Regione Liguria Claudio Burlando al via libera del Senato al decreto milleproroghe, contenente importanti finanziamenti per la portualità ligure e i 90 mln di euro per i fondi destinati a frane e alluvioni che hanno colpito i comuni della Liguria.

“Avevamo rassicurazioni sulla risorse destinate alla Liguria, tuttavia la conversione in legge fornisce quella sicurezza necessaria per mettere in campo fin da subito il piano degli interventi con i relativi finanziamenti da erogare” ha aggiunto Burlando.
Per il prossimo 2 marzo il governatore ligure farà un nuovo sopralluogo a Sestri Ponente, mentre per l’8 marzo, alle ore 10 in Regione, è stata convocata la prima riunione del Comitato istituzionale che metterà attorno ad un tavolo gli enti locali.

“Si dovrà stabilire un metodo ed un piano di lavoro condiviso, che permetta di individuare subito le emergenze sulle quali intervenire, penso alle case e alle persone sfollate come ho visto di recente a Varazze, per le persone senza alloggio siamo pronti ad intervenire subito con dei residui dei vecchi 10 mln di euro – ha sottolineato ancora Burlando -. In seguito si dovrà procedere a stralci di intervento attraverso un programma che dovrà essere pianificato anche con le categorie. Mi auguro che in tre mesi al massimo possano partire i primi lavori”.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.