Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Milleproroghe, Biasotti (Pdl): “Per Liguria pioggia di fondi insperati, la sinistra ringrazi”

Genova. L’approvazione definitiva del decreto Milleproroghe, da domani in esame alla Camera, porterà alla Liguria più di una boccata d’ossigeno per risorse e fondi attesi da mesi: 45 milioni di euro nel 2011 e altrettanti nel 2012 per far fronte allo stato di emergenza causato dalle alluvioni che hanno colpito la Liguria nei mesi scorsi. Un forte impegno finanziario è previsto anche per i porti liguri: 70 milioni per il ribaltamento a mare dello stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente e 150 milioni per la realizzazione della piattaforma logistica di Vado Ligure.

“Tutti fondi insperati – ha commentato il deputato Pdl ed ex governatore della Liguria, Sandro Biasotti – perchè obiettivamente, nel quadro nazionale, questo è un momento di debolezza della Liguria, anche se bisogna dare merito all’ex ministro Scajola di muoversi dietro le quinte molto bene. Come parlamentari liguri di centrodestra abbiamo fatto la voce grossa ottenendo l’insperato: 90 milioni per alluvione, 150 per il porto di Vado, 70 per Sestri Ponente, 20 per la Spezia, un risultato che nonostante il mio proverbiale ottimismo, non mi aspettavo. La sinistra – ha poi sottolineato Biasotti – ha tanto sbraitato, prendendo in giro il governo con la campagna dei liguri in mutande, ma nessuno dei parlamentari di opposizione, a conti fatti, ha avuto l’onestà di farci i complimenti, salvo rare eccezioni. Anzi hanno votato contro il provvedimento, un atteggiamento inconcepibile: il governo ha agito bene per la nostra regione, mi sarei aspettato almeno l’astensione”. Quanto al provvedimento, tra giovedì e venerdì è previsto il voto di fiducia alla Camera.
“Ci saranno alcuni mal di pancia, soprattutto tra i colleghi campani e calabresi, ma alla fine tutti voteranno a favore e il decreto passerà. Altrimenti – ha concluso Biasotti – tutti a casa”.