Economia

Milleproroghe, Anci: “Non c’è nuova linfa per i comuni”

casa

Liguria. “Il testo del Milleproroghe, varato definitivamente sabato dall’aula di Palazzo Madama e sul quale é stato reiterato il meccanismo della fiducia, non appare portatore di nuova linfa per i Comuni come auspicato”: lo afferma in una nota Carlo Reali, coordinatore per l’Anci della Conferenza dei Consigli Comunali. In particolare, osserva Reali, “le assemblee elettive municipali, più volte elevate dal Presidente della Repubblica al centro della democrazia rappresentativa, trovano nuovamente attenzione da parte del Capo dello Stato, che rinvia il testo alle Camere in ordine alle disposizioni relative alla ricomposizione dei Consigli Comunali di Roma Capitale e Milano”.

Per Reali inoltre è “ampiamente condivisa e accolta l’azione garantista del Presidente che tende, come da sempre afferma la nostra Conferenza, a riportare la questione delle riforme strutturali e democratiche degli Enti Locali in sede e contesti legislativi esclusivi e dedicati”.

Più informazioni

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.