Incidente Pagani Zonda: al volante c’era Steffen Korbach, magnate dell’industria automobilistica - Genova 24
Cronaca

Incidente Pagani Zonda: al volante c’era Steffen Korbach, magnate dell’industria automobilistica

Steffen Korbach

Genova. Sembra svelata l’identità del giovane tedesco che giovedì scorso si è schiantato con la sua Pagani Zonda sull’A10, poco dopo il casello di Spotorno (Savona), mentre viaggiava a 320 chilometri orari.

Il folle automobilista, secondo quanto appreso, si chiamerebbe Steffen Korbach, 29 anni, uno dei magnati dell’ industria automobilistica mondiale.

La Polstrada gli aveva già sospeso per tre mesi la patente emessa in Svizzera. Korbach è recentemente stato il protagonista della rinascita del prestigioso tuner Gemballa e del ritorno sul mercato della Porsche Cayenne, nella versione limitata Tornado 958.

Il 17 febbraio scorso, poco dopo la mezzanotte, con la sua Pagani Zonda, una delle auto più veloci e più costose al mondo, si è schiantato contro il guard rail dell’Autostrada dei Fiori dopo una spaventosa carambola.

L’auto, del valore di 1.2 milioni di euro, viaggiava a circa 320 km/h è entrata in testacoda ed ha picchiato contro il guard-rail di destra, perdendo una ruota.

La vettura è schizzata come una scheggia verso il centro della carreggiata, ribaltandosi, coinvolgendo un’altra vettura nell’incidente e finendo la sua corsa contro il guard-rail del lato opposto. Il conducente è uscito da solo dai rottami della vettura assieme alla passeggera, una ragazza lituana di 21 anni.

Leggermente ferito il conducente dell’altra vettura, una Mercedes. La Zonda è il modello che ha dato la celebrità all’azienda italiana della Pagani, che ha sede a San Cesario sul Panaro, in provincia di Modena. La vettura coinvolta nell’incidente è presumibilmente una Pagani Zonda F, accreditata di un’accelerazione da 0 a 100 km/h in circa 3,5 secondi e di una velocità massima superiore ai 340 km/h. La carrozzeria è quasi interamente costruita in fibra di carbonio: il danno arrecato dopo un incidente di questo tipo è pressoché irreparabile.

L’uomo ora dovrà pagare i danni all’Autostrada dei Fiori…pochi spiccoli per un magnate.