Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Imprese e artigianato, Genova: bene gli investimenti, male l’occupazione

Genova. Il tunnel della crisi sembra meno lungo, ma solo per certi settori. Il 52% delle 1.500 imprese con meno di 20 addetti analizzate dall’osservatorio congiunturale sull’artigianato e la piccola impresa in Liguria, si sente fuori dalla crisi (12% in più delle imprese rispetto al primo semestre del 2010) ma c’è ancora un 6% di artigiani che crede di essere all’inizio della recessione e un 42% reputa di essere ancora nel pieno della crisi.

I primi segni di allentamento della morsa della crisi si avvertono dalla dinamica di mortalità delle imprese: sia rispetto al trimestre precedente, sia su base annua si assiste infatti a un moderato recupero nei numeri delle imprese, in particolare di quelle artigiane. In difficoltà invece, il settore dei trasporti. Bene i servizi turistici e quelli alle imprese. Ancora lunga invece la strada per il manifatturiero: reggono il settore alimentare e quello del metallo, soffre ancora la nautica. Etrando nello specifico, le imprese genovesi, in particolare per quanto riguarda i servizi e il manifatturiero mostrando segni di ripresa maggiori rispetto alla media nazionale e rispetto al primo semestre 2010, staccando le aziende del savonese e dell’imperiese.

Genova mostra le indicazioni migliori a livello congiunturale, con produzione/domanda più stabili e buone tendenze per ordini ed export, ma va male l’occupazione (-1,8%). In generale su tutto il terriotrio ligure, le prospettive migliori per l’avvio del 2011 sono ancora per Genova con una crescita di ordini, export e investimenti, discrete per La Spezia e un po’ più lente per Imperia (ma con buone prospettive di investimento) e Savona (ma con export ed ordini in ripresa).

“La fotografia del secondo semestre 2010 del settore artigiano è molto simile a quella della prima parte dell’anno: luci e ombre”. Ha commentato così Luca Costi, segretario generale di Confartigianato Liguria, a margine della conferenza stampa che si è tenuta oggi in Regione per presentare i dati dell’Osservatorio congiunturale dell’artigianato e della piccola impresa in Liguria (elaborazioni Centro Studi Sintesi). Al 30 settembre 2010 sono risultate 143.038 (+0,5%) le imprese attive in Liguria e il 32% sono artigiane. Per il 2011 a Genova si prevede una crescita del 16,8% degli investimenti. A tal proposito “Condividiamo – ha detto Costi – l’attenzione al credito, evidenziata dall’assessore Guccinelli. Il finanziamento di Artigiancassa, il processo di aggregazione dei confidi e l’annunciata apertura dei bandi comunitari sull’innovazione, insieme alla semplificazione e all’internazionalizzazione, sono interventi che consideriamo fondamentali per il sistema impresa ligure”.