Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, presidio e volantinaggio Cgil: “Non più stage truffa”

Genova. Il dato sulla disoccupazione giovanile in Italia continua a essere allarmante. Sono proprio di questi giorni le stime diffuse dall’Istat, secondo le quali nel mese di dicembre 2010 è stato raggiunto un nuovo record negativo: il 29% dei ragazzi tra i 15 e i 24 anni è senza occupazione. E sen ben un terzo dei giovani non lavora, una cifra ancora più alta lavora solo con contratti di tipo precario.

In questo quadro negativo spicca anche l’eccessivo utilizzo di forme quali stage, tirocini e praticantato, che pur nascendo, almeno nelle iniziali intenzioni del legislatore, per far conoscere ai giovani il lavoro e consentire l’accesso alle professioni, in moltissimi casi vengono utilizzati come lavoro gratuito o sottopagato, in sostituzione di personale dipendente.

Per quanto riguarda la realtà genovese, gli stage attivati sono stati 3.327 nel 2008; 3.421 nel 2009 e 3.046 a settembre 2010. Tutte attivazioni che raramente si trasformano in contratti di lavoro. “Viene infatti spesso ‘confusa’ l’idea della formazione permanente in sfruttamento permanente con il preciso intento di risparmiare sul costo del lavoro a spese soprattutto dei giovani – spiega la Cgil –
Nonostante queste esperienze non costituiscano rapporto di lavoro, molto spesso vengono utilizzate per avere meno obblighi e maggior risparmio”.

Stesse problematiche per i praticanti negli studi professionali: la pratica non costituisce rapporto di lavoro, ma nelle professioni “ordinistiche” è obbligatoria per poter accedere all’esame di stato e mediamente dura due anni. “Nella maggior parte dei casi i praticanti vengono sfruttati per fare qualsiasi tipo di attività – continua la Cgil – Vogliamo quindi smascherare gli stage truffa affinché lo stage sia realmente formativo e combattere gli abusi e incentivare l’utilizzo di contratti di lavoro dipendente”.

L’azione di denuncia si collega alla campagna nazionale Cgil “Giovani NON più disposti a tutto”. In questo contesto, per domani, alle 17 in via XX Settembre (angolo via Vernazza, davanti al Cinema Verdi), è stato confermato il lancio dell’azione “Non più stage truffa”.