Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, nuovo regolamento cittadino: vietato stendere i panni, bivaccare in centro, appendere manifesti

Più informazioni su

Genova. Niente più panni stesi, niente più panini e focaccia sui gradini di chiese e palazzi, niente più affissioni di volantini e manifesti sui muri delle case.

Di questo tratta il testo provvisorio destinato a mandare in pensione il vecchio regolamento di polizia urbana del 1967 dove si elencano le regole civili di convivenza a Genova.

Nel testo si legge che è vietato affiggere etichette adesive, manifesti e volantini su pali, muri di case e manifesti. Oggi chi lo fa è sanzionabile come imbrattatore, e nel caso in cui sia impossibile identificarlo a risponderne è chiamato il soggetto beneficiario della pubblicità.

Questione panni stesi: prima esisteva un lungo elenco di vicoli in cui era possibile stendere, nel nuovo regolamento invece sarà vietato ovunque, se i panni sono visibili. E per quanto riguarda i lavori in casa: possono essere fatti ma non prima delle 8 e non dopo le 20 nei giorni feriali, mentre nei festivi dalle 10 alle 20.

Tra i comportamenti pubblici disdicevoli compare il bivaccare su gradini, scalinate di monumenti e luoghi di culto; i giochi di qualsiasi genere sulle strade pubbliche e l’accattonaggio presso ospedali, luoghi di culto, mercati, parcheggi e cimiteri.