Genova, escalation di violenza in città: è polemica sul fronte sicurezza - Genova 24
Cronaca

Genova, escalation di violenza in città: è polemica sul fronte sicurezza

gianni bernabo brea

Genova. Divampa la polemica sul fronte sicurezza in città. L’escalation che ha coinvolto Genova nelle ultime settimane, dalla banda dei Rolex, ai rapinatori della Posta, dall'”emergenza Valpolcevera” alle rapine armate in Valbisagno, ha portato i partiti di opposizione sul piede di guerra, a chiedere immediato e rapido l’ intervento del primo cittadino genovese.

“Bisogna prendere atto che in città c’è una situazione pesantissima ed agire, non limitarsi alle chiacchiere – ha detto oggi Bernabò Brea, consigliere comunale del gruppo Misto, in assemblea permanente a Tursi – Prendiamo come esempio la Valpolcevera, di cui abbiamo parlato a lungo ieri: in questa vallata siamo di fronte alla presenza dell”ndrangheta, alla violenza delle bande latine, e ad un clima pesantissimo creato dagli immigrati, è su questa situazione, e non sulle chiacchiere intorno alla prostituzione che la Giunta Vincenzi e anche le forze dell’ordine devono al più presto aprire gli occhi. La sindaco – ha sottolineato il consigliere – deve stare in mezzo alla gente e rendersi conto che le persone non ne possono più di convivere con non italiani che non rispettano le regole elementari di vita quotidiana. Non è un problema di coesione sociale o integrazione – ha concluso Bernabò Brea – chi non rispetta le regole deve essere punito severamente e tornare al suo paese”.

Dello stesso tenore anche il responsabile sicurezza Pdl in Liguria Gianni Plinio: “L’emergenza criminale in atto è anche la risultante della colpevole inerzia della Sindaca Vincenzi sul fronte sicurezza. E’ scandaloso sentirla, ancora una volta, bacchettare le Forze dell’Ordine che dovrebbe ringraziare per l’impegno sacrificale che profondono ogni giorno al servizio dei cittadini – ha aggiunto Plinio sempre rivolto alla Vincenzi – Invece di fare chiacchiere provi a rinegoziare con il Ministero dell’Interno il patto per la sicurezza, impieghi più adeguatamente la Polizia Municipale e si decida a chiedere al Ministro della Difesa l’invio di un nuovo contingente di militari in funzione ausiliaria per un migliore controllo delle aree cittadine più a rischio”.

La sindaco Vincenzi chiederà a breve un incontro urgente con Prefetto e Questore per affrontare la questione sicurezza in Valpolcevera e non solo, mentre l’assessore comunale alla Sicurezza, Francesco Scidone ha dichiarato di aver scritto al ministro dell’Interno, Roberto Maroni per chiedere più uomini per servizi straordinari e di non aver ancora ottenuto risposta.