Genova, Corda: “Ho raggiunto obiettivi assegnati, giusto passare il testimone” - Genova 24
Cronaca

Genova, Corda: “Ho raggiunto obiettivi assegnati, giusto passare il testimone”

Genova. “E’ stata un’esperienza appassionanate, la Sindaco mi ha affidato un lavoro che ho cercato di svolgere nella maniera migliore possibile, perchè si trattava della mia città e della mia gente, e per me la gente, con convinzione e non retorica, è sempre il reale referente per cui lavoro”. Si dice dispiaciuta, ma serena, Elisabetta Corda, ormai ex assessore comunale alle Manutenzioni, subentrata in Giunta nel giugno 2008, a seguito del mini rimpasto di “mensopoli”, e oggi dimissionaria, a un anno e qualche mese da fine legislatura.

“Però, da dirigente quale sono – ha aggiunto – nel momento in cui ho ritenuto che gli obiettivi assegnati fossero stati perseguiti, allo stesso modo ho deciso che fosse venuto il momento di passare il testimone”. Nessuna pressione, nessun invito a dimettersi, ha ribadito l’ex assessore. “Sono io che sono andata dal sindaco, sono mesi che sto pensando di aver raggiuto i miei obiettivi – ha sottolineato più volte – Il 28 gennaio abbiamo sottoscritto con i sindacati per Aster un verbale di incontro di prospettiva finale, in cui Sindaco e assessore al Bilancio, Franco Miceli, saranno responsabili, sia per gli aspetti giuridici, sia economici. Inoltre il processo di efficentazione in azienda è partito e il programma di manutenzione dei Municipi è stato approvato, a dimostrazione che il lavoro di 2 anni e mezzo ha portato risultati. Ritengo di avere quindi esaurito il mio compito, ho fatto un’autovalutazione, come fossi una dirigente e sono andata a rassegnare le mie dimissioni”.

“La scelta di continuità che ne è conseguita, una bella scelta istituzionale, mi ha ulteriormente gratificato: pensare che dopo tutto il lavoro fatto nei Municipi, sia un presidente a diventare assessore alle Manutenzioni lo vivo con grande soddisfazione”. Nonostante le piogge di critiche piovute su Aster in questi mesi, che per via del suo atteggiamento non efficacemente difensivo, secondo alcuni le sarebbero costate la poltrona, Corda ha ribadito impegno e risultati: “Lascio agli altri le valutazioni, personalmente ho fatto tutto quello che potevo, con austerità e pragmatismo, in un anno e mezzo si possono fare tante cose, ma la cosa importante è governare il territorio”.