Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova: albanese ucciso, chiesto rinvio per l’assassino latitante

Genova. È stato chiesto il rinvio a giudizio per Andi Marashi, l’ albanese accusato di avere ucciso con un colpo di pistola alla testa Ilir Krypi,  la sera del 19 luglio 2009 in piazza Di Negro.

Gli scorsi giorni, per lo stesso delitto, erano stati condannati a 15 anni e quattro mesi e 16 anni, rispettivamente Endrit Bajra e sedici anni per Hekuran Sulmataj, albanesi di 25 e 26 anni.

Marashi, che era riuscito a fuggire subito dopo il delitto, è ancora latitante e potrebbe essere processato in contumacia. I reati contestati, oltre all’omicidio volontario, sono anche il sequestro di persona e riduzione in schiavitù nei confronti di una giovane donna romena.

Secondo le accuse, i tre avrebbero segregato la donna e l’avrebbero costretta a prostituirsi, dopo averlo violentata. Krypi, secondo le indagini degli inquirenti, era stato ucciso proprio perché aveva cercato di far scappare la ragazza.

L’uomo era stato poi  raggiunto dai tre in un bar di Dinegro e ucciso con un colpo di pistola in un occhio, mentre gli altri due lo tenevano fermo.