Cicagna, il gruppo “Democrazia-Valori” chiede spiegazioni sul trasferimento della Lames - Genova 24
Cronaca

Cicagna, il gruppo “Democrazia-Valori” chiede spiegazioni sul trasferimento della Lames

cicagna

Cicagna. Quattro consiglieri comunali del gruppo “Democrazia-Valori”, chiedono spiegazioni in merito al possibile trasferimento dello stabilimento Lames in località Quartaie e lo fanno attraverso un’interpellanza al sindaco.

Rinaldo Cavagnaro, Stefano Caramella, Rita Camisa e  Marco Dondero, nella premessa, spiegano che “In data 14 febbraio sono stati convocati i proprietari dell’area in argomento presso la sede del Comune di Cicagna dove, in presenza del sindaco, del dirigente dell’ufficio tecnico comunale e dell’assessore ai lavori pubblici, sarebbero stati singolarmente invitati a cedere le aree e quantificare il prezzo di vendita. Ai detti proprietari è stata indicata la Regione Liguria come acquirente ed è stata paventata la possibilità di esproprio in caso di resistenza alla vendita”.

Dopo queste precisazioni pongono al primo cittadino quattro domande: se corrisponde al vero che i terreni sarebbero acquistati dalla Regione Liguria, o comunque con fondi pubblici; per quale titolo, per incarico di chi, sulla base di quale atto amministrativo, il Comune di Cicagna ha convocato i proprietari per chiedere la vendita e il relativo prezzo ed utilizzare il nome e le mansioni della Regione Liguria per la presunta circostanza dell’esproprio; quali concrete garanzie ha fornito l’Azienda circa il mantenimento del livello occupazionale nel Tigullio dopo e durante il trasferimento e infine se è intenzione dell’Amministrazione Comunale, per procedere agli atti nella sua podestà, di richiedere concrete e sostanziali garanzie, sottoscritte da azienda e enti pubblici coinvolti, che sancisca che non si possa dare corso alla variazione delle aree della attuale sede di Chiavari, in caso di mantenimento dei livelli occupazionali attuali e di trasferimento extraterritoriale.