Cronaca

Chiavari, viale Kasman: 62enne travolto e ucciso dal pick up di un 90enne

ambulanza

Chiavari. Tragico incidente questa mattina in viale Kasman, dove un uomo di 62 anni è morto dopo essere stato investito da un’auto. Secondo quanto ricostruito dalla polizia municipale, che è ancora sul posto per i successivi accertamenti del caso, l’uomo era alla guida di uno scooter quando è stato preso in pieno da una macchina. Inutili i tentativi di rianimazione messi in atto dai mezzi della Tigullio Soccorso.

“Sicuramente ci sono due o tre testimoni attendibili – spiega il comandante della polizia municipale di Chiavari, Federico Luigi Bisso – l’incidente è avvenuto all’altezza del semaforo che si trova davanti alla caserma dei vigili del fuoco. Un pedone ha chiesto il passaggio e correttamente la moto sui cui stava viaggiando la vittima si fermata per consentire l’attraversamento. Ora dovremo accertare le cause, ma quello che è già certo è che la macchina che stava transitando dietro al ciclomotore non si è fermata, anzi, ha quasi accelerato, travolgendo in pieno il sessantenne”.

Bisso ha spiegato che solitamente, quando avvengono tamponamenti di questo genere, il guidatore della moto viene sbalzato in avanti, ma in questo caso è stato diverso. “La macchina che ha travolto il motociclo era un pick up, molto alto e pesante – spiega – per questo ha ‘arrotato’ la vittima, cioè l’ha letteralmente schiacciata sotto le ruote”. Alla guida del potente mezzo c’era un 90enne e ancora non si conoscono le cause che l’hanno indotto a non fermarsi al semaforo. Per la vittima non c’è stato nulla da fare. Lo schiacciamento del torace ne ha provocato la morte sul colpo.

leggi anche
polizia stradale polstrada
Limiti d'età
Incidente A10: 91 enne si ribalta, Polstrada chiede ritiro patente

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.