Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Carlo Felice, presentato il programma 2011: balletto, sinfonica e Zeffirelli

Genova. Riparte la stagione del Carlo Felice. Nonostante le difficoltà economiche, il calendario del celebre teatro offre, da febbraio a giugno, un numero di spettacoli piuttosto consistente e dal sicuro richiamo di pubblico.

Il sovrintendente del Carlo Felice, Giovanni Pacor, parla di questa stagione 2011 del teatro: “Offriremo qualità e titoli molto appetibili, per attirare diversi generi di spettatori. È più che un rilancio, è una ripartenza, che annovererà nel programma, tra le altre cose, l’importantissima presenza di Franco Zeffirelli con “Pagliacci”.

Inevitabile l’argomento finanze, tema scottante da un po’ di tempo a questa parte per il teatro genovese: “Ci siamo mossi sulla falsa riga di quello che abbiamo visto nel finale di stagione a Gennaio, dove con due opere, un balletto e un concerto siamo riusciti a raccogliere profitto. – spiega Pacor – Il fatto di ruiucire a farlo è un cambio di tendenza molto importante, perché i teatri d’opera fino a questo momento non erano abituati a ragionare in questo modo. Adesso si sta cambiando atteggiamento: ci sono già teatri che lavorano in questo modo, “profit” diciamo, noi siamo tra i primi a lavorare così. Ovviamente la stesura di questa prima parte di stagione tiene conto dell’aspetto economico”.
“Noi stimiamo di fare entrate importanti. Ovviamente lo sforzo per questa parte di stagione è più grande di quello che è stato per fare “La Traviata”, “Elisir D’amore”, la “Silfide”, il “Concerto di Capodanno”. – conclude il sovrintendente del Carlo Felice – La presenza di Zeffirelli, anche se lui viene a condizioni stracciate per sostenere il teatro, è pur sempre una produzione che ha un costo”.

La stagione si apre a Febbraio, con tre concerti sinfonici uno di seguito all’altro. Il 22 febbraio il maestro Gaetano d’Espinosa dirigerà un programma sinfonico-corale con musiche di Rossini, Wolf-Ferrari, Puccini, Ponchielli, Leoncavallo e Verdi. Il 25 febbraio Giacomo Sacripanti salità sul podio per dirigere il secondo concerto sinfonico con un programma dedicato a Mozart e Grieg. Marcello Mottadelli, attuale direttore musicale dell’Opera del Cairo, il 2 Marzo sarà sul palco insieme al pianista Massimiliano Damerini: insieme eseguiranno un programma con musiche di Ludwig Van Beethoven.

Il 9 marzo torna al Carlo Felice il capolavoro del grande repertorio classico, “Il lago dei cigni” di Čajkovskij, con la Compagnia di Balletto dell’Opera di Kiev. Il 5 aprile è la volta di “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo, nell’ allestimento ad opera di Franco Zeffirelli, che ha voluto prestare la sua arte a condizioni di favore in sostegno del teatro. La direzione d’orchestra di “Pagliacci” sarà affidata a Fabio Luisi, gli interpreti principali saranno Antonello Palombi, Maita Alberola, Juan Pons.

Il 21 aprile, come da tradizione, sarà in scena il Concerto sinfonico corale di Pasqua con musiche di Astor Piazzolla e Luis Bacalov, presente nelle vesti di pianista. Il 4 maggio concerto diretto da Aldo Ceccato e con un solista d’eccezione al violoncello, Enrico Dindo, e le musiche di Čajkovskij.

Bisogna aspettare il 9 maggio per il secondo titolo operistico: nientemeno che “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini. La direzione sarà affidata a Stefano Ranzani, mentre tra gli interpreti troviamo Hui He – considerata una delle migliori Cio-Cio-San a livello internazionale – affiancata in seconda compagnia da Raffaella Angeletti.
Il concerto per le celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il 1° giugno, concluderà la stagione del teatro con brani legati al Risorgimento, diretti da Stefano Ranzani.