Amministrative 2011: al voto 9 comuni per un totale di 18 mila cittadini - Genova 24
Politica

Amministrative 2011: al voto 9 comuni per un totale di 18 mila cittadini

elezioni

Genova. I prossimi 15 e 16 maggio in diversi comuni della provincia genovese si terranno le elezioni comunali. Alle urne andranno le amministrazioni di Bogliasco, Cicagna, Cogoleto, Favale di Malvaro, Orero, Portofino, Propata, Valbrevenna e Zoagli, per un totale di circa 18 mila elettori coinvolti.

Cogoleto è il più grande tra i comuni al voto, con più di 9 mila abitanti ed è stato al centro dell’interesse mediatico nei giorni scorsi per l’annuncio del Sel di essere in rottura definitiva con la maggioranza tutt’ora al governo della città, infatti è stato dichiarato che il partito di Nichi Vendola correrà da solo alle prossime elezioni comunali. Attilio Zanetti, sindaco uscente, ha dichiarato di essere dispiaciuto: “A rimetterci saranno solo i cittadini”.

Al secondo posto c’è Bogliasco, con 4535 mila abitanti, il primo cittadino, amato così tanto da avere una pagina su Facebook dedicata, è Luca Pastorino, che si ricandiderà il prossimo 16 maggio con una nuova lista, “un mix tra vecchio e nuovo, una lista civica ma appoggiata dalla Sinistra” ha annunciato. A sfidarlo Federico Fossa, capogruppo del Pdl in comune.

Ad elezioni anche Cicagna, 2624 abitanti, oggi commissariata. Entro fine mese verrà scelto nome del candidato sindaco per la lista di centro destra “La Cicogna” tra Mauro Bacigalupo e Roberto Bacigalupo, il primo è sindaco facente funzione, mentre l’altro è assessore ai Lavori Pubblici, il più favorito tra i due. Non ci sono sviluppi nemmeno sul fronte Pd, si attende l’ultima settimana del mese per ufficializzare i nomi.

Rita Nichel, primo cittadino di Zoagli (2574 abitanti), è ancora in forse su una candidatura bis. Poche settimane fa aveva annunciato che avrebbe iniziato a pensarci a marzo, ma per ora nessuna conferma sull’eventuale ripresentazione della lista “Vivere Zoagli”, anche se è sicura l’assenza del consigliere Cesare Macciò, che non condividendo più le scelte politiche dell’amministrazione ha deciso pochi giorni fa di rimettere nelle mani del sindaco le deleghe a Istruzione, Certificazione ambientale e Energie alternative. Girano voci che potrebbe correre con una lista civica propria. Nebuloso anche il panorama nell’opposizione: la lista “Per Zoagli” inizierà a programmare la sua candidatura nei prossimi giorni.

A Favale di Malvaro tutto è ancora in alto mare: il centro sinistra dovrebbe convergere sul gruppo dell’amministrazione uscente di Giovanni Boitano, mentre il centro destra è a caccia di un nome.

A Orero è in scadenza il secondo mandato di Fabio Arata, e l’amministrazione uscente candiderà Mino Gnecco, mentre gli si opporranno Gian Luca Ratto con il centrodestra.

Portofino si prepara alle elezioni con il massimo riserbo, per ora solo Giorgio D’Alia ha ufficializzato la candidatura. D’Alia non è nemmeno un viso nuovo nell’amministrazione: in passato infatti ha governato su Portofino per 4 mesi fino ad ottobre 2009, quando la sentenza del Tar ha accolto il ricorso del suo antagonista Roberto D’Alessandro per le presunte irregolarità di voto. Da allora, e per la prima volta nella storia, il borgo di Portofino è retto dal commissario prefettizio Gabriella Bruzzone, che a maggio lascerà la poltrona al nuovo sindaco. Ma chi sarà? Per ora oltre al nome di D’Alia non ci sono candidati ufficiali.

Valbrevenna a maggio saluterà il sindaco uscente Mario Palomba, al suo terzo mandato, e per ora non ci sono notizie certe sulle candidature, mentre a Propata Sandra Dalla Rovere, sindaco dal 2001, dovrà decidere se ricandidarsi oppure no, potrebbe presentarsi con una propria lista il vicesindaco in carica.

Certo è che mancando ancora due mesi le notizie non sono ancora del tutto chiare, soprattutto per quanto riguarda gli appoggi politici.