Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“We Are Sestri”, pomeriggio di solidarietà per territorio e imprese colpiti da alluvione foto

Genova. Coniugare solidarietà con solidarietà: è questo lo spirito e l’obiettivo dell’iniziativa che sabato 8 gennaio animerà le vie di Sestri Ponente, soprattutto quelle più duramente colpite dai danni del nubifragio di ottobre. Dalle 15 alle 19 in piazza Baracca si svolgerà “We Are Sestri”, un pomeriggio all’insegna di festa, spettacoli per bambini, musica, danza cabaret, a tre mesi dall’alluvione del 4 ottobre. L’evento è organizzato dal Municipio Ponente, Comune di Genova, Genova parcheggi, in collaborazione con le associazioni di categoria Confesercenti e Ascom e con l’organizzazione artistica di Music for Peace, che per l’occasione porterà il Solidar Bus.

“E’ un segnale di sensibilità verso il territorio e un un modo per aiutare concretamente anche le attività economiche in un momento così delicato come quello attuale – ha commentato Andrea Dameri – Ma sarà una manifestazione divertente anche per le persone che andando a fare shopping avranno l’intrattenimento garantito”.
“Sarà una serata molto anticipata – spiega Stefano Rebora, Music for Peace – si parte dalle 3 del pomeriggio con gli spettacoli dei bambini, fino alla chiusura, in serata, con musica per ragazzi e adulti, con gli Esmen e lo ska reggae di ‘One night band’. Ma soprattutto sarà una giornata di sostegno alla popolazione di Sestri all’insegna di una duplice solidarieta. Per tutta la durata della festa ci sarà anche la nostra raccolta “famosa” con il Solidar Bus, dalle 3 alle 19.30, per raccogliere i generi di prima necessità”.

Gli operatori del Luna Park di Genova, inoltre, hanno offerto 3 mila biglietti da distribuire durante il pomeriggio come omaggio ai partecipanti. “La distribuzione avverrà in due punti simbolici: Piazza baracca e via Merano: basterà presentare uno scontrino e si riceverà i biglietti omaggio, fino a esaurimento. L’attenzione di Confesercenti verso via Merano ha voluto essere particolarmente forte per dare il necessario supporto agli operatori economici che in quella zona, più di altri hanno subito ingenti danni. La situazione a Sestri Ponente non è affatto risolta, ci sono ancora nodi da sciogliere, dal Governo- ha concluso Dameri – aspettiamo segnali positivi rispetto ai fondi che a oggi non sono sicuramente sufficienti per coprire i danni subiti dalle piccole e medie imprese del territorio”.