Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallavolo, A2: Genova strappa solamente un set alla capolista Padova

Genova. Nulla da fare per la Carige Genova che sbatte contro la capolista Phyto Performance Padova e, per la terza volta in questo campionato, esce sconfitta davanti al proprio pubblico. I biancoblu scivolano all’ottavo posto della classifica della serie A2 Sustenium, ma a sole due lunghezze dalla quinta posizione, buona per accedere ai playoff, dove ora c’è l’Edilesse Conad Reggio Emilia.

La Phyto Performance è al completo con il rientro del centrale Cricca che fa coppia con Burgsthaler, poi Montagnani si affida a Tiberti in regia, opposto Uchikov, Rosso e Koshikawa schiacciatori, Garghella libero. Genova recupera in extremis Di Franco, schierato al centro al fianco di Pecorari, e conferma la classica formazione di partenza con Nuti opposto a Paoletti, Ogurcak e Mercorio schiacciatori, Zappaterra libero.

Parte contratta la formazione di Del Federico e Agosto, subito in svantaggio al primo time-out tecnico (5 – 8), messa in difficoltà dai servizi potenti di Uchikov e del giapponese Koshikawa. Con Rosso e Cricca, che pare perfettamente recuperato, Padova cerca di allungare (13 – 16, poi 15 – 20), costringendo al cambio di diagonale la Carige, con Antonov che subentra su Nuti e Groppi su Paoletti. Mercorio col servizio riporta sotto i genovesi, ma la squadra ospite è impeccabile in fase di cambio palla e chiude il set alla prima occasione.

La Carige torna in campo più concentrata e determinata all’inizio del secondo parziale. Con Nuti e Di Franco mette a terra quattro muri punto per l’8 – 6. Molto accorta in difesa, la formazione genovese mantiene il vantaggio grazie all’ingresso positivo di Manassero che rileva Mercorio: è suo l’attacco che porta le squadre alla seconda interruzione obbligatoria sul 16 – 14. Nuti, con la consueta maestria, appena può serve i centrali Pecorari e Di Franco, i quali fanno male alla Phyto Performance, al pari di Paoletti, ora molto incisivo. Nel finale di set Ogurcak torna a far vedere buone cose, Manassero impensierisce la ricezione veneta e in generale tutta la squadra tira fuori gli artigli, tenendo in gioco palloni difficili con recuperi spettacolari. Dopo due punti pesantissimi di Ogurcak per il 23 – 20, è capitan Pecorari a chiudere la palla decisiva, sorprendendo il gigantesco muro avversario.

Il terzo set inizia con le squadre in sostanziale equilibrio. Più scomposti in difesa rispetto agli avversari, gli uomini guidati da Del Federico subiscono il gioco di Padova, con Rosso in grande serata, supportato dal muro di Uchikov e Burgsthaler che appare a tratti invalicabile. I veneti prendono un discreto vantaggio che tocca anche le 5 lunghezze. Del Federico sostituisce nuovamente la diagonale palleggio-opposto, Groppi sprona e incoraggia i compagni con convinzione, tuttavia il set è nelle mani dei veneti che vanno sul 2 a 1 chiudendo sul 25 a 18.

Il quarto e ultimo set è tutto in discesa per i padovani. Dopo un avvio appassionante con scambi mozzafiato, gli ospiti piazzano il break e volano sul 4 – 8 con Rosso e Cricca in grande spolvero. I biancoblu perdono lucidità in seconda linea, faticando a difendere gli attacchi di Rosso e Uchikov e a ricevere i servizi di Koshikawa, che già nella gara di andata era stato uno dei giocatori più pericolosi. Sul 7 – 16 per i veneti rientrano Groppi e Antonov, nuovamente positivi. I giocatori cari al presidente Giovanni Catanzaro ritrovano fiducia e tentano la rimonta accorciando fino al – 5 in un finale di partita adrenalinico, ma alcuni errori di troppo in attacco e al servizio fanno volgere il match definitivamente a favore degli ospiti. E’ Rosso, a nostro giudizio migliore in campo, a chiudere il match con un bel colpo sulle mani del muro genovese.

Il tabellino:
Carige Genova – Phyto Performance Padova 1 – 3
(Parziali: 20/25 25/22 18/25 17/25)
Carige Genova: Nuti 2, Paoletti 13, Mercorio 4, Ogurcak 14, Di Franco 8, Pecorari 8, Zappaterra, Groppi, Antonov 3, Manassero 5, Boroni ne, Donati ne. All. Del Federico – Agosto.
Phyto Performance Padova: Tiberti 2, Uchikov 19, Rosso 19, Koshikawa 11, Burgsthaler 11, Cricca 10, Garghella, De Marchi, Busi, Pagni ne, Gottardo ne, Zingaro ne, Sabo ne. All. Montagnani.
Arbitri: Patrizia Pignataro (Frascati) e Luca Andreoni (Lissone).

Ecco quanto accaduto nella 19° giornata:
Sir Safety Perugia – Eurogroup Gela 1 – 3 (21/25 25/22 22/25 22/25)
Marcegaglia Cmc Ravenna – Gherardi Svi Città di Castello 2 – 3 (25/20 17/25 28/26 21/25 12/15)
Club Italia Aeronatica Militare Roma – Volley Segrate 2 – 3 (25/15 21/25 25/21 17/25 12/15)
Ngm Mobile Santa Croce – Geotec Isernia 2 – 3 (25/15 21/25 25/21 17/25 12/15)
Globo Banca Popolare Frusinate Sora – Pallavolo Pineto 3 – 2 (23/25 18/25 25/17 25/21 15/12)
Carige Genova – Phyto Performance Padova 1 – 3 (20/25 25/22 18/25 17/25)
Edilesse Conad Reggio Emilia – Canadiens Mantova 3 – 0 (25/19 25/18 25/18)
Energy Resources Carilo Loreto – CheBanca! Milano 3 – 1 (25/22 23/25 25/17 25/21)

In classifica Genova perde un paio di posizioni:
1° Phyto Performance Padova 50
2° Marcegaglia Cmc Ravenna 47
3° Ngm Mobile Santa Croce 38
4° Globo Banca Popolare Frusinate Sora 36
5° Edilesse Conad Reggio Emilia 34
6° Gherardi Svi Città di Castello 33
7° CheBanca! Milano 32
8° Carige Genova 32
9° Eurogroup Gela 29
10° Energy Resources Carilo Loreto 28
11° Volley Segrate 27
12° Geotec Isernia 20
13° Canadiens Mantova 19
14° Sir Safety Perugia 16
15° Pallavolo Pineto 10
16° Club Italia Aeronatica Militare Roma 5

Gli incontri del 20° turno, in programma domenica 6 febbraio alle ore 18,00:
Eurogroup Gela – Phyto Performance Padova
Volley Segrate – Edilesse Conad Reggio Emilia
Gherardi Svi Città di Castello – Sir Safety Perugia
CheBanca! Milano – Marcegaglia Cmc Ravenna
Energy Resources Carilo Loreto – Carige Genova
Geotec Isernia – Club Italia Aeronatica Militare Roma (ore 11,30)
Canadiens Mantova – Globo Banca Popolare Frusinate Sora
Pallavolo Pineto – Ngm Mobile Santa Croce