Quantcast
Sport

Pallanuoto, A1 maschile: Camogli vittorioso in rimonta

Bogliasco. La sfida al vertice ha inevitabilmente attirato tutte le attenzioni, ma l’ultima giornata di andata ha proposto anche altri incontri interessanti.

Tra i vari risultati spicca la quarta vittoria della Rari Nantes Camogli, capace di imporsi per 8 a 7 al Foro Italico sulla Lazio. La squadra guidata da Azevedo ha avuto una partenza drammatica: nel primo tempo ha subito un perentorio 3 a 0, sbagliando pure un cinque metri con Stefano Luongo.

I bianconeri hanno avuto la pazienza e la caparbietà per rientrare in partita. Nel secondo periodo hanno ridotto le distanze, andando a metà gara sotto 4 – 2. Nel terzo la svolta: Sebastianutti viene espulso per brutalità e i camoglini riescono a pervenire al pareggio: 5 a 5. Negli ultimi otto minuti succede di tutto. Tyrrell e Caliogna terminano la propria gara per raggiunto limite di falli, l’allenatore della Lazio Ciocchetti e il secondo portiere Gazzarini vengono espulsi per proteste. Gardella para un rigore a Markovic e il Camogli va a segno 3 volte, contro le 2 dei locali. Nonostante uno scarso 1 su 12 con l’uomo in più (i laziali non hanno fatto molto meglio, 2 su 11), gli ospiti portano a casa altri tre punti.

Il tabellino del Camogli: Gardella, M. Luongo 1, Foti, S. Luongo, Fondelli 1, Caliogna 1, Guenna, Temellini, Avallone, Tyrrell 3, Martin, Sadovyy 2, Cupido.

La Rari Nantes Bogliasco ha compiuto il suo dovere, regolando il fanalino di coda Imperia per 14 a 5. Pur privi dello squalificato Roman Di Somma, i biancoazzurri hanno dominato l’incontro aggiudicandosi tutti i parziali: 4 – 2, 3 – 1, 4 – 1, 3 – 1. La compagine allenata da Del Galdo ha sfruttato 6 delle 9 occasioni con l’uomo in più, chiudendo la difesa nelle situazioni di inferiorità: 2 su 16 per l’Imperia.

Tre i giocatori che non hanno terminato la gara per raggiunto limite di falli: Vergano tra i locali, Rocchi e Sacco tra gli ospiti. Il Bogliasco è andato a referto con Mina, Magalotti 1, A. Di Somma 1, Vergano 1, Bianco, Licata, Nossek 4, Boero, Bettini, Mugnaini, Camilleri 3, Deserti 4, Capanna.

Il Nervi dovrà ancora lottare per centrare la salvezza. Lo ha capito a Latina, dove è uscito battuto 12 – 9. Dopo un primo tempo a buon ritmo, con 3 reti per parte, gli arancioblu hanno subito un pesante parziale nel secondo, andando a metà gara sotto 8 – 5. Nel terzo periodo i ragazzi condotti da Baldineti hanno accorciato: 9 – 8. Nell’ultima frazione di gioco sono stati espulsi Valentino per proteste, Cotella e Buckner per raggiunto limite di falli. I locali hanno dimostrato di avere ancora più energie da spendere e hanno nuovamente allungato fino al + 3 conclusivo.

Il tabellino del Nervi: Moses, Prian, Brambilla, Nyeki, D’Alessandro, Marciano, Damonte 2, Marciali 1, Cotella, Valentino 3, Lanzoni, Pesenti, Celia 3.