Lavagna, Vaccarezza: “Al via i lavori dell’ Astoria e dell’ ex colonia Cogne” - Genova 24
Cronaca

Lavagna, Vaccarezza: “Al via i lavori dell’ Astoria e dell’ ex colonia Cogne”

Giuliano Vaccarezza, sindaco di Lavagna

Lavagna. “Due opere attese da tempo che riqualificheranno il nostro territorio”. Così commenta il sindaco di Lavagna Giuliano Vaccarezza parlando dei progetti Hotel Astoria e Cologna Cogne, due complessi edilizi che verranno ristrutturati nei prossimi mesi per trasformarsi in luoghi residenziali.

L’ex albergo Astoria di Cavi di Lavagna è stato rilasciato alla società milanese “Residence Astoria Cavi srl” e a inizio febbraio parte la demolizione di una parte della struttura.

“Il versante lato Aurelia, per intenderci, verrà mantenuto e recuperato – spiega Vaccarezza – utilizzando i mattoni tipici degli anni 30. Qui sorgerà il nuovo albergo. La parte verso la chiesa, invece, sarà completamente demolita e ricostruita con un’immagine moderna: 43 appartamenti e relativi box indipendenti rispetto all’albergo. In tutto ci vorranno 42 mesi prima di vedere l’opera completata. Il primo intervento, a partire dal prossimo mese, sarà la demolizione, in questo modo sarà possibile concluderlo prima della stagione calda per non interferire con il turismo estivo”.

Seconda opera di ristrutturazione la Colonia Cogne, ex edificio colonico di Cavi Borgo, che verrà trasformato in un complesso residenziale.

“I lavori di pulizia e sgombero – afferma il sindaco – sono iniziati prima di Natale, adesso l’intervento entra nel vivo: da giovedì prossimo partirà la demolizione che verrà fatta in maniera tradizionale, non essendo possibile utilizzare le microcariche per la struttura in pietra dell’edificio. L’intervento, seguito dall’immobiliare ‘I Girasoli’ di Milano, vede la creazione di 58 nuove residenze e la riqualificazione di tutta la zona: verrà realizzato un parcheggio per 55 automobili, sarà rimesso a posto il molo del Cigno, riqualificata Piazza Nazario Sauro, sarà riorganizzata la viabilità sul torrente Barassi, e sistemata la zona verde con anche l’installazione di nuovi lampioni. Il tutto per una spesa complessiva di 3 milioni di euro. Anche in questo caso il tutto si risolverà nel giro di 42 mesi. Due opere attese da tanto, che cesseranno di essere dimore per i senzatetto con condizioni igienico sanitarie pessime, per diventare il nuovo ‘biglietto da visita’ di Lavagna”.