Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, “Gente Comune” per migliorare la qualità della vita di tutti

Più informazioni su

Genova. Cercare di superare la crisi del paese impegnandosi in varie attività all’interno del territorio genovese. E’ l’obiettivo di Gente Comune, associazione nata il 9 settembre dello scorso anno che dopo 4 mesi inizia a fare un piccolo bilancio di quello che è stato fatto e che porterà avanti nei prossimi mesi.

“Sta andando molto bene, – afferma Paolo Olcese, fondatore dell’associazione – più di 1.100 persone iscritte al gruppo su Facebook che ci seguono, 50 i soci arrivati tutti da soli che ci danno una mano ad ogni evento in calendario”.

Tra i primi eventi portati a compimento da Gente Comune c’è la pulizia delle spiagge, alla quale possono partecipare anche i ragazzi delle scuole superiori per ottenere crediti formativi utili per la maturità.

Uno dei punti chiave di Gente Comune è il recupero del patrimonio pubblico: “Pulire la spiaggia – spiega Olcese – è solo un esempio di quello che facciamo. A breve inizieremo una serie di manutenzioni nei vari quartieri genovesi, dal riverniciare le panchine al fare manutenzione ai giardini. Vogliamo far capire che se il comune facesse manutenzione sarebbe molto meno dispendioso, considerando il notevole esborso di denaro pubblico attuale”.

Il calendario degli eventi stillato fino ad oggi è ricco di appuntamenti: da venerdì 18 febbraio parte il progetto “Piano di recupero per la nostra città” che prevede una serie di interventi di normale manutenzione sull’arredo urbano. Il 17 febbraio Gente Comune sarà a Nervi a riverniciare le panchine di via Del Commercio, il 27 in piazza Martinez per manutenzione e riverniciatura. Il 5 marzo pulizia del parco di Villetta Di Negro, il 19 pulizia e cura della vegetazione lungo la passeggiata di Voltri-Vesima, mentre da maggio riparte la pulizia delle spiagge.

“Se volete collaborare con noi – conclude il fondatore – per il recupero dei nostri quartieri segnalateci dove c’è bisogno e noi, dopo un sopralluogo e chieste tutte le autorizzazioni,ci impegneremo a sistemare”.