Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, assalto alla sede di PRC di Molassana: riprovazione bipartisan

Genova. Maggioranza e opposizione hanno espresso in consiglio provinciale forte biasimo per l’azione vandalica che ha colpito domenica 9 gennaio la sede del Partito della Rifondazione Comunista nel quartiere genovese di Molassana, in Valbisagno.

La questione è stata dibattuta in seguito alla presentazione da parte del consigliere Stefano Volpara (Pd) di una “espressione di opinione”, nella quale è stata dichiarata solidarietà al partito vittima del gesto, sono stati evidenziati il clima di insicurezza economica nel Paese e la conseguente rabbia di molte persone, ed è stata manifestata preoccupazione per la convivenza
civile.

Il consigliere del Prc Giuseppe Nobile ha ringraziato il collega per le parole di sostegno e ha definito “balordi di strada” gli
autori della scellerata azione, ricordando che la sezione attaccata è guidata da anni da una persona definita “comunista di strada”, molto attenta al disagio sociale e impegnata da sempre ad aiutare chi ne ha bisogno.

Maurizio Barsotti, vicepresidente del consiglio provinciale ed esponente del Pdl, ha sostenuto che per un gesto così grave non è
sufficiente una forma di intervento come l’espressione di opinione, ma occorrerebbero forme che impegnino la giunta. Renata Oliveri del Gruppo Misto ha espresso una “solidarietà senza distinguo politici”, mettendo in guardia dal considerare il disagio sociale un alibi alla violenza.