Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Della Bianca (Pdl) su visita Burlando alla ex Stoppani: “Operai snobbati”

Genova. “Non parlare con gli operai sul futuro dei posti di lavoro è estremamente scorretto”. Raffaella della Bianca, consigliere regionale Pdl, esprime disappunto in merito all’andamento del sopralluogo e della riunione tenutosi stamani presso la Stoppani di Cogoleto. Erano presenti il Presidente Burlando, l’Assessore Briano, il Sindaco di Cogoleto ed il Vice Prefetto in rappresentanza del Commissario straordinario per la bonifica dell’area.
“Presenterò un Ordine del Giorno nella seduta consiliare di martedì prossimo – afferma Della Bianca – che mi auguro possa essere condiviso, per un impegno forte alla salvaguardia dei 20 operai rimasti. Trovo che il modo di lavorare dimostrato stamani dalla Giunta Regionale sia stato scandalosamente grave e soprattutto scorretto nei confronti delle giuste e reali preoccupazioni dei lavoratori”.

Secondo il consigliere regionale, è scandaloso che i rappresentanti delle istituzioni – presenti in loco per verificare lo stato di attuazione della bonifica dell’area – non si siano fermati a parlare con gli operai. “A partire dal 31 gennaio prossimo – spiega Della Bianca – rischiano di rimanere senza posto di lavoro. Sulla questione ho già chiesto in Commissione attività produttive ed ho presentato già alcune interrogazioni, sia per sapere come siano stati spesi i fondi per la bonifica, sia per quanto attiene il problema occupazionale. È evidente che questa giunta di centro sinistra sfugge ai problemi e dimostra ben poca attenzione per quelle categorie di lavoratori che, solo a parole, sostiene di difendere. Così questa mattina gli operai si sono visti ‘snobbare’ dal Presidente Burlando e dall’assessore Briano. Hanno poi parlato con Cola, anche lui presente all’incontro, probabilmente come ex sindaco, il quale ha riferito loro che 4 o 5 lavoratori saranno probabilmente assorbiti da Iren mentre i rimanenti dovrebbero essere reimpiegati per il depuratore di Cava Lupara. Se ne parla da più di 20 anni di questo depuratore, ma ancora non c’è niente di niente. E gli altri operai? Correttezza e serietà avrebbero voluto che i massimi esponenti della Giunta Ligure si fermassero a parlare con gli operai in trepidante attesa di sentirsi fornire prospettive di speranza sul loro futuro”, ha concluso il consigliere regionale.