Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Condanna Rasero: slitta l’inchiesta su Katerina Mathas

Genova. Prima di prendere qualsiasi decisione che riguarderà Katerina Mathas, la madre del piccolo Alessandro, ucciso il marzo scorso nel residence di Genova Nervi e per il cui omicidio è stato condannato in concorso l’ex compagno, Giovanni Antonio Rasero, il procuratore Vincenzo Scolastico dovrà leggere le motivazioni della sentenza.

Per assistere ad eventuali provvedimenti a carico della donna bisognerà quindi attendere la deposizione delle motivazioni. A quel punto la Procura a cui la Corte di Assise in sede di sentenza aveva disposto il trasferimento degli atti per indagare su Katerina Mathas, potrà aprire un fascicolo per omicidio volontario aggravato in concorso nei confronti della donna oppure decidere l’archiviazione. Il pm, Marco Airoldi, invece è stato confermato.

“Aspettiamo le valutazioni e gli atti della Corte d’Assise – ha detto il procuratore Vincenzo Scolastico – e poi valuteremo se chiedere l’archiviazione per la Mathas o il rinvio a giudizio. Intanto, possiamo dire che il pubblico ministero che si occuperà delle nuove indagini sarà lo stesso, ovvero il dottore Marco Airoldi. E’ impensabile che io possa avere deciso se rinviare o meno a giudizio la Mathas – si limita a dire Airoldi – senza avere ancora letto le motivazioni della sentenza”.