Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

A Sestri L. campagna su conferimento rifiuti, Lavarello: “Serve più impegno”

Sestri Levante. E’ una grande campagna di sensibilizzazione sul conferimento dei rifiuti quella che si sta svolgendo nel Comune di Sestri Levante, attraverso attività diretta sul territorio e azioni di formazioni e informazione, ultima in ordine di tempo la conferenza stampa di oggi. “A questa prima fase, esclusivamente di sensibilizzazione, tramite conferenze stampa e azione diretta sul territorio, seguirà una fase di controllo – spiega il sindaco di Sestri, Andrea Lavarello – Lo scopo di questa iniziativa è quello di spingere la cittadinanza ad impegnarsi maggiormente nella raccolta differenziata e nel frattempo quello di dissipare i dubbi che le persone possono avere in proposito”.

Il territorio di Sestri Levante è stato diviso in varie zone per poter essere campionato e alcune squadre di dipendenti comunali si occuperanno di fermare le persone che si recano a gettare l’immondizia per spiegare loro le corrette modalità con cui suddividere i rifiuti. “Poi si procederà con la fase di controllo – continua Lavarello – con le conseguenti sanzioni per chi non rispetterà tempi e modi di somministrazione. Abbiamo visto quanto queste azioni siano state utili nel confinante comune di Casarza, dove sono stati raggiunti notevoli risultati”.

Attenzione anche in merito al conferimento di rifiuti ingombranti. “Al momento stiamo lavorando con una telecamera che spostiamo da un luogo all’altro per monitorare la situazione, ma presto ne metteremo altre – continua il primo cittadino – per lo smaltimento di questi rifiuti i cittadini non devono pagare nulla, quindi trovo assurdo che non si faccia neanche il più piccolo sforzo per portarli nelle zone adibite o per chiamare i dipendenti addetti al ritiro. Tengo anche a precisare, per chi ancora non lo sa, che il ritiro di rifiuti ingombranti presso la dimora di persone anziane, viene effettuato direttamente in casa”.