Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Truffa online, tra le vittime del “fantomatico” Occhionero alcuni giovani di Arenzano

Arenzano. Capodanno tempo di festa, ma anche tempo di truffe online. Sono decine e decine, infatti, le proposte dell’ultimo minuto per affittare case o appartamenti in montagna e alcune di queste possono essere vere e proprie truffe. E’ il caso di una certa/o Mattea Vincenza Occhionero (nome quanto meno ambiguo), che proponeva una casa in affitto a Sestriere.

A contattarlo sono stati alcuni ragazzi di Arenzano, che dopo essersi messi d’accordo, gli hanno versato una caparra di ben 600 euro. A quel punto il “fantomatico” personaggio è scomparso nel nulla. Una delle vittime della truffa ha allora pensato di cercare informazioni su Facebook e ha scoperto l’esistenza del gruppo “I Truffati da Nicola Occhionero” (probabilmente la stessa persona), composto da oltre 60 persone che hanno subito la stessa sorte dei ragazzi genovesi.

“Questo gruppo è creato per tutte quelle persone che sono state truffate dal signor Occhionero Nicola, che fingendosi imprenditore edile, ha affittato per le vacanze estive vari appartamenti e poi alla partenza si è reso irreperibile”. Questo si legge nella descrizione del gruppo su Facebook ed evidentemente si comprende che il finto imprenditore ha deciso di espandere la truffa anche al periodo invernale.

Fra l’incredulo e l’infuriato le reazioni dei malcapitati. “Chiamiamo ‘Striscia la Notizia’”; “Mandiamolo in galera”; “Andiamo fino in fondo”; “Dopo quasi 12 ore di viaggio siamo arrivati a Torre San Giovanni e invece della casa abbiamo trovato il mare”; “Che dite…andiamo a trovare Nicola a sorpresa?!”. Queste sono soltanto alcune delle frasi che si leggono sulla bacheca del gruppo. Tutti sembrano intenzionati a voler scoprire la vera identità di Nicola Occhionero per poterlo denunciare e magari riuscire a riprendere le innumerevoli caparre versate per l’affitto di case “fantasma”.