Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tombola addio, gli italiani durante le feste preferiscono il poker

Più informazioni su

Il gioco d’azzardo, in particolare il poker, ha soppiantato la tombola in questi giorni di festa. Secondo l’Adoc infatti il 70% degli italiani avrebbe optato per il tavolo verde, giocando a poker sia con amici e parenti sia a quello elettronico online.

“La tombola ha subito un calo del 12% delle preferenze degli italiani, un vero e proprio passaggio di testimone col poker, a cui ha giocato durante le feste il 70% degli italiani – dichiara Carlo Pileri, presidente dell’Adoc – sia nella versione tradizionale che quella online, soluzione scelta dal 19% degli italiani. Durante questo Natale abbiamo registrato anche il boom dei giochi da tavolo, cresciuti dell’8% nelle preferenze, mentre il classico gioco del ‘Mercante in fiera’ ha subito un calo del 3%”.

“Il successo del poker, in particolar modo della versione online, sta mettendo a rischio le vecchie tradizioni e i portafogli di molti italiani. Stimiamo in oltre 750mila i giocatori abituali, per una spesa media procapite di circa 690 euro l’anno – continua Pileri – Solamente durante le feste stimiamo siano stati spesi a poker tra i 30 e i 150 euro. Complice l’atmosfera di gioco e rilassatezza tipica delle feste molti giocatori non hanno badato alle loro spese. Un rischio e un pericolo, da vizio il gioco si può trasformare in malattia e dipendenza”.

“Rispetto al gioco tradizionale, inoltre, la versione online produce un’assuefazione più rapida e difficilmente curabile, dato che è possibile accedere al gioco 24 ore su 24, si mantiene l’anonimato e si ha una percezione distorta del denaro speso. Tanto che, secondo le nostre stime, il debito medio contratto dai giocatori patologici si attesta sui 10-12mila euro, ma si toccano punte anche di 30-40 mila euro. Oltre a provocare seri disagi familiari, sociali e psicologici”.