Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sestri L.: al premio Andersen anche fiabe in lingua araba

Sestri Levante. Un discendente dello storico scrittore Anthony Majanlahti, farà parte della giuria nella 44° edizione del ‘Premio Hans Christian Handersen – Baia delle favole’, dedicato a fiabe inedite, promosso dal Comune di Sestri Levante col patrocinio della Regione Liguria e della Provincia di Genova. E’ emerso stamani in una conferenza stampa di presentazione alla quale hanno partecipato il sindaco di Sestri Levante Andrea Lavarello, l’assessore provinciale alla Cultura Giorgio Devoto e quello regionale alla Cultura e al turismo Angelo Berlangieri.

Il bando di concorso prevede quattro sezioni (scuola materna, bambini, ragazzi e adulti). Le fiabe possono essere scritte in 4 lingue (italiano, francese, spagnolo e inglese), ma per la sezione “Realtà del mondo” è possibile già da quest’anno inviare delle fiabe in arabo. Gli scritti devono essere comunque consegnati entro il 18 maggio anche via Internet (sono ricorsi alla rete un terzo dei partecipanti, 500 su 1500, lo scorso anno).

“Il premio è nato nel ’67 – ha spiegato il fondatore del Premio, David Bixio – tra i vincitori abbiamo avuto Italo Calvino, Alberto Moravia e Sergio Zavoli e via via e’ cresciuto. Sarebbe bello che si desse vita a un museo della fiaba a Sestri Levante”. Anche quest’anno ci sarà la ‘Maratona delle fiabe’, lettura di fiabe non-stop per 24 ore a cura del pubblico, ma sarà regolata da un piccolo bando che prevede la lettura di racconti di non più di 15 minuti.