Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Regione, approvato il Bilancio con 24 voti a favore

Regione. Il Bilancio di previsione per il 2011 della Regione è stato approvato con 24 voti a favore e ammonta a 7 miliardi 657 milioni e 320mila in termini di competenza e 11 miliardi 624 milioni e 469mila euro in termini di cassa. La minoranza aveva abbandonato l’aula per protesta contro l’approvazione dell’ordine del giorno sui centri sociali.

La Giunta regionale è autorizzata a contrarre nell’anno 2011 mutui per 179 milioni e 500 mila euro con un tasso di interesse massimo del 4,50 per cento per coprire i saldi negativi degli esercizi 2007, 2008, 2009. La gran parte degli emendamenti presentati dall’opposizione sono stati respinti. Sul tema dei genitori separati è stata respinta la proposta di Alessio Saso di destinare un apposito finanziamento alle persone in questa condizione.

L’assessore ai servizi sociali Lorena Rambaudi ha dichiarato la contrarietà a frammentare il bilancio in tanti rivoli in quanto non ci sono le risorse per coprire tutti gli impegni previsti dalle leggi approvate in passato dalla Regione Liguria. Maruska Piredda (Idv) presidente della commissione pari opportunità ha assicurato una indagine conoscitiva del problema da parte della commissione. Massimo Donzella (Noi con Claudio Burlando) si è detto contrario alla proposta di Saso. Il presidente della Giunta Claudio Burlando si è detto d’accordo con Piredda per un esame conoscitivo e per lasciare la competenza ai comuni su come utilizzare i fondi destinati ai servizi sociali. La minoranza ha proposto ripetutamente, attraverso una serie di emendamenti, che sono stati respinti, di utilizzare i fondi perenti del bilancio per potere mettere in circolo tutte le disponibilità finanziarie dell’ente in un momento di grave difficoltà economica. L’assessore Rossetti ha spiegato che il fondo perenti è un fondo vincolato che non può essere utilizzato per più di una determinata parte, nel caso del bilancio 2011 sarà utilizzato per poco più di un milione. Altre polemiche si sono scatenate sugli emendamenti presentati dalla minoranza sui parchi e sul dissesto idrogeologico. Nel dibattito sono intervenuti fra gli altri Luigi Morgillo, Marco Scajola, Alessio Saso (Pdl) Lorenzo Pellerano (Liste civiche per Biasotti), Edoardo Rixi, Francesco Bruzzone (Lega Nord), Nicolo Scialfa (Idv).