Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Provincia: gli interventi in consiglio sul cambio Giunta

Genova. Domani il Consiglio Provinciale dedicato al Bilancio 2011 si aprirà con l’elezione del nuovo presidente dell’assemblea che sostituirà Agostino Barisione, nominato assessore, e con la sua surroga come consigliere del Pd, ma intanto oggi a Palazzo Doria Spinola si è discusso a lungo, con interventi di molti capigruppo, del nuovo assetto della Giunta e dell’allargamento della maggioranza all’Udc, ufficializzati in aula dal presidente Alessandro Repetto.

Per il capogruppo del Pd Gabriele Gronda “la maggioranza sta affrontando importanti temi politici e Pd- Idv- Federazione della Sinistra-Verdi-Sel-Udc sono uniti nel farlo, diciamo sì alla chiusura del ciclo dei rifiuti, sì allo sviluppo portuale, sì allo sviluppo della gara per i servizi Atp e se qualcuno dice il contrario vuol dire che non è della maggioranza. Altrimenti non avrebbe significato che Marina Dondero sia la vicepresidente e gli assessori abbiano le deleghe che hanno. L’opposizione ha già avuto tutte le risposte politiche, non credo che dobbiamo dargliene altre”.

Giuseppe Rotunno, capogruppo Pdl ha appreso “Con un po’ di stupore la decisione della revoca dell’assessore Devoto che ha svolto un ottimo lavoro e gode anche della nostra stima, anche le sue scelte a volte sono state distanti anni luce
dalle nostre. Il riferimento al numero di undici assessori, punto fermo del presidente Repetto, non è scritto da nessuna parte, semmai nella riforma che entrerà in vigore con il prossimo ciclo il limite è di otto e la prova che gli assessori potevano già essere ulteriormente ridotti è l’accorpamento ad altre deleghe della promozione culturale. Volevo parlare anche della Federazione della Sinistra, ma non c’è più tempo, mentre registriamo che finalmente l’Udc è in maggioranza. Solo i paracarri non si spostano mai, forse però i paraculi lo fanno troppo spesso”.

Daniele Biagioni dell’Udc ha rivolto “gli auguri al presidente Repetto per il suo coraggio nel varare questa nuova stagione politica e all’assessore Barisione che con grande senso di responsabilità ha anteposto la politica alle questioni individuali, cosa oggi piuttosto rara. Il passaggio politico è una logica conseguenza dell’alleanza tra il centro e la sinistra che si è dimostrato vincente in Regione. Considero quella del capogruppo Pdl solo una battuta e durante la discussione sul bilancio ci riserviamo di fare un ragionamento più complesso sui grandi cambiamenti che si sono verificati nella politica da quando siamo stati eletti nel 2007”.

Gian Piero Pastorino,capogruppo della Federazione della Sinistra, invita “A tenere i toni bassi e civili. Come capogruppo unitario ho difeso entrambi i miei assessori e non condivido il sacrificio di uno di loro. Le scelte sono prerogative del presidente però il nostro apporto è stato molto importante in questi tre anni, dai libri scolastici gratuiti per le famiglie meno abbienti, al piano per ridurre i rifiuti alla fonte, agli allegati critici al progetto water front che la Provincia ha presentato, alle priorità di opere da realizzare prima della gronda, sulla quale siamo comunque contrari, al trasporto di cui abbiamo difeso il carattere pubblico. Non ci interessano le poltrone, chiedo alla mia maggioranza di poter fare politica, perché la gente ci ha eletto per risolvere i loro problemi e trovare risorse nel bilancio per le persone meno abbienti è uno di questi”.

Massimo Pernigotti, capogruppo Lista Biasotti, rivendica che “Da tre anni chiedevamo che cultura e turismo andassero di pari passo, in sinergia e finalmente avviene. Chiedo poi alla Federazione della Sinistra che ha difeso strenuamente l’altro suo assessore perché non abbia fatto altrettanto per l’assessore Devoto”. Sull’allargamento della maggioranza “nessuno
stupore” da Renata Oliveri capogruppo Misto “anche se in Regione si è passati per farla da una consultazione elettorale, mentre in Provincia si è precostituita una base per la competizione delle prossime amministrative, senza tener conto di quanto espresso dagli elettori. E la lettura delle nuove deleghe ci dice che ci potevano benissimo essere due assessori in meno”.

Stefano Ferretti capogruppo dell’Idv ha detto “ringrazio Giorgio Devoto per il lavoro svolto e rivolgo i migliori auguri alla giunta e all’assessore Barisione per il suo nuovo incarico. Trovo inutili e sterili le speculazioni dell’opposizione su poltrone
che vanno o che vengono, mentre a livello nazionale lo spettacolo della politica lede la dignità di tutti i cittadini e l’elettore è la vittima sacrificale delle manipolazioni mediatiche”.