Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Protesta disabili, Montaldo: “Affronteremo la questione entro i primi di gennaio”

Regione. Dopo l’occupazione simbolica del consiglio regionale da parte dei disabili, Il presidente Burlando e l’assessore Montaldo hanno assicurato che “la questione, anche sulla base di analisi tecniche caso per caso che non spettano agli organi politici, verrà affrontata entro i primi giorni di gennaio”.
La protesta era salita dopo un incontro tra il presidente della Giunta Claudio Burlando, l’assessore alla Salute Claudio Montaldo, l’assessore alle Politiche sociali Lorena Rambaudi, molti consiglieri e il direttore generale del dipartimento regionale salute, con una delegazione di Nuova Ansiie, l’associazione nazionale che sostiene interventi chirurgici e riabilitativi per persone disabili, molti dei quali ricorrono per le terapie di cui necessitano di servizi all’estero.

Alcuni rappresentanti di Nuova Ansie, che in Liguria conta circa cento assistiti, hanno chiesto alla Giunta di attivare al più presto in Liguria un centro per la riabilitazione intensiva specifica per persone disabili, evitando così i trasferimenti all’estero che fino ad ora hanno coinvolto cinquanta assistiti e hanno manifestato forti timori perché negli ultimi mesi il Centro di riferimento regionale non ha autorizzato il piano di terapia intensiva a sei disabili. La delegazione, inoltre, ha lamentato il fatto che la riabilitazione di mantenimento effettuata nelle strutture liguri non sarebbe in grado di soddisfare le esigenze dei disabili, una volta terminata la fase intensiva.

Il presidente Burlando e l’assessore Montaldo durante l’incontro hanno garantito che entro le prossime settimane nella delibera di riorganizzazione del settore verranno assunte iniziative affinché siano potenziate le strutture esistenti in Liguria per garantire un’adeguata riabilitazione di mantenimento ai disabili gravi, impegnandosi a valutare la possibilità tecnica e finanziaria di realizzare sul territorio regionale un polo che diventi centro di riabilitazione intensiva. Per affrontare questa fase di transizione e garantire continuità di cure Montaldo incontrerà i dirigenti del Centro di riferimento regionale che coordina la presa in carico dei pazienti disabili.

L’assessore Rambaudi ha anche auspicato un coordinamento fra Ansie, la Consulta e le altre organizzazioni che si occupano di disabilità, affinché concordino richieste comuni e agevolare così il confronto con la giunta regionale.