Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pallavolo, serie A2: Genova recupera due set di svantaggio e batte Isernia

Più informazioni su

Genova. Brava e un po’ fortunata. La Carige recupera una partita che sembrava compromessa grazie alle mosse vincenti dei tecnici Del Federico e Agosto che ruotano il giro della formazione ad inizio terzo set invertendo l’inerzia della partita. Sull’esito finale pesa però anche l’infortunio accorso al palleggiatore ospite Valera a metà terzo set.

Le emozioni al Palafigoi cominciano ancora prima del fischio d’inizio con la premiazione dell’ex tecnico biancoblu, Jorge Cannestracci, che per la prima volta torna a Genova da avversario. Cannestracci, alla guida della squadra genovese per quattro stagioni, è da tutti ricordato per la storica promozione in serie A2 del 2005. In quel team c’erano anche Paoletti e Manassero, e la Carige tornò in A2 dopo oltre trent’anni d’assenza.

Il direttore sportivo Augusto Bruschettini non fa in tempo a consegnare la targa a Cannestracci che partono gli appalusi del pubblico del Figoi, molti si alzano in piedi stuzzicando la commozione del tecnico argentino.

Poi si comincia. Genova ritrova Zappaterra che si alterna nel ruolo di libero con Donati, ma perde Pecorari, sostituito da Boroni. Out anche Manassero, sempre ben rimpiazzato da Mercorio. Del Federico si affida quindi a Nuti opposto a Paoletti, Di Franco e Boroni centrali, Ogurcak e Mercorio schiacciatori. In seconda linea il recuperato Zappaterra viene utilizzato in ricezione, mentre in fase di difesa c’è il giovane Donati. La Geotec schiera Valera palleggiatore, Sabbi opposto, Pambianchi e Giosa centrali, Westphal e De Paola schiacciatori e Spampinato libero.

L’avvio è piuttosto equilibrato. La Carige è la prima a mettere il naso avanti, ma ben presto ci pensa Sabbi a riportare Isernia in parità a quota 9. I biancoblu subiscono in ricezione le battute potenti di Valera e soci, e faticano a superare il muro avversario. Si va al secondo time-out tecnico sul 13 – 16. Dall’altra parte tutto funziona a meraviglia: Valera gioca con grande astuzia e velocità, il cambio palla è fluido, la correlazione muro-difesa quasi perfetta. Di Franco e Paoletti provano a scuotere la Carige, ma è l’altro ex di giornata, Antonio De Paola, a chiudere il primo set in favore della Geotec sfruttando un mani fuori.

Il rientro in campo è traumatico per i genovesi. Del Federico è costretto a chiedere tempo già sullo 0 – 4, ma la reazione stenta ad arrivare e si va sul 2 – 8. Valera, Sabbi e Giosa impensieriscono ancora la ricezione genovese: Isernia si trova avanti 9 – 16. Nelle fila della Carige pesano le cinque gare disputate in quindici giorni, peraltro sopperendo a diversi infortuni. I biancoblu non riescono ad entrare in partita, Del Federico abbozza il doppio cambio con Groppi e Antonov che rilevano Nuti e Paoletti, ma è un altro mani out di Sabbi a chiudere il set. Un macigno sulla testa dei locali che però anche questa volta trovano energie nascoste.

Scrollandosi di dosso il malumore per i due set persi, Nuti e compagni iniziano il terzo set con tutta un’altra grinta, aiutati dalle intuizioni di Del Federico e Agosto che ruotano la formazione. Ogurcak al servizio è sempre molto efficace, Mercorio si scioglie, mettendo in difficoltà la prima linea avversaria, assieme a Paoletti. La Carige è avanti alla prima interruzione grazie ad alcune incertezze della squadra guidata da Cannestracci, meno precisa in questa fase della partita. Sul 15 – 10 il palleggiatore Valera, sin qui migliore in campo, si infortuna ed è costretto a uscire col ginocchio dolorante. Cannestracci non può far altro che inserire Beccaro. Al time-out il tabellone segna 16 – 11, Isernia comunque non demorde e si affida ai servizi di Giosa, ma Ogurcak in attacco e Boroni in battuta spengono le speranze dei molisani. La prima palla set viene annullata dal solito Sabbi, ma Ogurcak mette giù la palla del 25 – 21.

Il quarto set si apre con un ritrovato Paoletti che, aiutato dallo slovacco Ogurcak, porta avanti la Carige sul 6 – 3, poi 8 – 5. L’inerzia della gara ora è girata tutta dalla parte della squadra allenata da Del Federico che migliora in difesa e in fase di attacco, giocando con una convinzione che nei primi due set era mancata. Isernia patisce l’assenza di Valera, Cannestracci inserisce Fiore su De Paola ma Genova allunga: 14 – 7. Paoletti piazza un altro siluro in battuta per il 16 – 7. Turano sostituisce Pambianchi, poi è Sabbi in battuta a riavvicinare i molisani sul 18 – 13. Del Federico chiede tempo ma il vantaggio continua ad assottigliarsi fino al lungolinea di Ogurcak che ridà palla alla squadra di casa per il 21 – 16. Con Di Franco al servizio arriva la prima palla set sul 24 – 16, Sabbi annulla, Paoletti chiude con un’altra gran botta.

La Carige, galvanizzata dai due set appena conclusi, parte di gran carriera nel tie-break con Paoletti mattatore. I genovesi vogliono completare la rimonta e volano sul 5 a 1. Poco dopo arriva l’allungo decisivo con Ogurcak al servizio, che prende di mira i ricettori della Geotec: 9 – 2. L’opposto del Genova continua a segnare punti, regalando ai biancoblu un cospicuo vantaggio, imitato dall’altra parte da Sabbi, l’ultimo ad arrendersi. Dopo aver annullato due palle match, i molisani battono fuori e il Palafigoi può esultare per il 15 – 8 che vale la conferma al 5° posto in classifica, a due lunghezze da Santa Croce, terza, e a una da Sora, quarta.

Il tabellino:
Carige Genova – Geotec Isernia 3 – 2
(Parziali: 19/25 17/25 25/21 25/17 15/8)
Carige Genova: Nuti 1, Paoletti 29, Ogurcak 22, Mercorio 8, Boroni 3, Di Franco 8, Donati (L), Groppi, Antonov 1, Zappaterra (L), Manassero ne, Pecorari ne. All. Del Federico – Agosto.
Geotec Isernia: Valera 2, Sabbi 34, Westphal 14, De Paola 12, Pambianchi 4, Giosa 9, Spampinato (L), Fiore, Turano, Phuar, Beccaro, De Caria ne, Capra ne. All. Cannestracci – Fontana.
Arbitri: Gianluca Bertoletti (Roma) e Armando Simbari (Milano).

I risultati della 12° giornata della serie A2 maschile:
Phyto Performance Padova – Gherardi Svi Città di Castello 3 – 0 (28/26 25/14 25/20)
Marcegaglia Cmc Ravenna – Canadiens Mantova 3 – 0 (25/15 25/21 25/23)
Club Italia Aeronatica Militare Roma – Edilesse Conad Reggio Emilia 0 – 3 (14/25 27/29 18/25)
Carige Genova – Geotec Isernia 3 – 2 (19/25 17/25 25/21 25/17 15/8)
Pallavolo Pineto – Volley Segrate 1 – 3 (25/21 12/25 28/30 20/25)
Sir Safety Perugia – Energy Resources Carilo Loreto 2 – 3 (28/26 25/21 23/25 23/25 12/15)
Eurogroup Gela – Globo Banca Popolare Frusinate Sora 3 – 0 (25/16 25/14 25/18)
CheBanca! Milano – Ngm Mobile Santa Croce 3 – 2 (25/18 23/25 23/25 25/21 15/12)

La classifica a 3 turni dalla fine del girone di andata:
1° Phyto Performance Padova 33
2° Marcegaglia Cmc Ravenna 31
3° Ngm Mobile Santa Croce 25
4° Globo Banca Popolare Frusinate Sora 24
5° Carige Genova 23
6° CheBanca! Milano 21
7° Edilesse Conad Reggio Emilia 21
8° Eurogroup Gela 17
9° Gherardi Svi Città di Castello 16
10° Geotec Isernia 16
11° Volley Segrate 16
12° Energy Resources Carilo Loreto 15
13° Canadiens Mantova 9
14° Sir Safety Perugia 9
15° Pallavolo Pineto 8
16° Club Italia Aeronatica Militare Roma 4

Domenica 19 dicembre alle ore 18,00 si giocherà il 13° turno. Gli incontri in programma:
Sir Safety Perugia – Phyto Performance Padova (ore 11,30)
Energy Resources Carilo Loreto – Volley Segrate
Club Italia Aeronatica Militare Roma – Carige Genova
Eurogroup Gela – CheBanca! Milano
Canadiens Mantova – Pallavolo Pineto
Ngm Mobile Santa Croce – Edilesse Conad Reggio Emilia
Geotec Isernia – Marcegaglia Cmc Ravenna
Globo Banca Popolare Frusinate Sora – Gherardi Svi Città di Castello