Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova: trovato cadavere ricoperto di graffi in stanza d’hotel, ennesimo caso di suicidio?

Più informazioni su

Genova. Sembra che il periodo di suicidi a Genova e in Liguria, non sia ancora finito. E’ stato trovato questa mattina in una camera dell’Hotel Tommaseo in via Monte Suello 18, nel quartiere Foce,  il cadavere di un genovese di 61 anni. L’allarme è stato dato da un’impiegata dell’hotel, che aveva ricevuto una telefonata della moglie dell’uomo, preoccupata per le condizioni psichiche del marito.

La donna, appena entrata in camera, ha trovato il corpo senza vita dell’uomo. Sul posto sono intervenuti i medici del 118, che non hanno potuto fare altro che accertare lo stato di morte.

Il 61enne genovese, aveva anche dei graffi sul corpo, circostanza che in un primo momento ha fatto pensare a un omicidio. Dopo i primi accertamenti sul cadavere, però, il medico legale, ha presunto il suicidio, anche se si aspetta l’autopsia per la conferma.

Sul comodino accanto al letto, infatti, sono state rinvenute, alcune confezioni di barbiturici vuote. La salma è stata messa a disposizione dell’autorità giudiziaria e il pubblico ministero Pier Carlo Di Gennaro disporrà nelle prossime ore l’autopsia.

Secondo le prime ricostruzioni degli agenti delle volanti della squadra mobile, l’uomo avrebbe litigato con la moglie, dalla quale si stava separando, e si sarebbe così tolto la vita. Non era infatti la prima volta che l’uomo si recava nell’hotel, e sembra che ciò avvenisse ogni qual volta la coppia litigasse. L’ennesimo episodio ieri notte, si è concluso tragicamente.

I graffi, secondo gli investigatori, potrebbero essere stati causati proprio durante l’ultimo litigio con la donna, confermato da alcuni testimoni.