Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, il Pdl ligure riparte da Palazzo Ducale: “Senza i traditori siamo più forti” (fotoservizio) foto

Genova. Il giorno del duello a distanza è arrivato. I riflettori della politica nazionale sono accesi su Palazzo Ducale dove, nell’arco di poche ore sfileranno Scajola, l’uomo del premier Berlusconi, per un conclamato ritorno sulle scene, e Gianfranco Fini, nella doppia veste di presidente della Camera e di leader di Futuro e Libertà. Tutto questo a tre giorni dal 14 dicembre, quando il Governo affronterà la sfida della fiducia al Senato. Oggi però è il momento in cui tutto il Pdl ligure fa quadrato intorno a Silvio Berlusconi e al suo operato politico. Gli esponenti liguri hanno organizzato una maratona oratoria per dire “Si al Governo Berlusconi” e per rimarcare le azioni fatte.

“Dalla sicurezza alla giustizia, dall’economia alle politiche per il welfare, dalla sanità ai giovani, passando per la riforma universitaria si parlerà di tutte le grandi questioni e dei provvedimenti che sono stati portati avanti in questi due anni di buon governo. Un rinnovamento profondo – hanno garantito gli esponenti liguri del PdL – una sfida essenziale che il governo Berlusconi ha raccolto garantendo azioni concrete a sostegno dei cittadini e del Paese”.

Sul palco della Sala del Maggior Consiglio di Palazzo Ducale si alterneranno: Matteo Campora, Luigi Sappa, Fiammetta Maggio, Angelo Vaccarezza, Maurizio Zoccarato, MariaGrazia Frijia, Giuseppe Rotunno, Gaetano Scullino, Renata Oliveri, Sauro Mannucci, Mentore Campodonico, Paolo Strescino, Oreste Micacchi, Lilli Lauro, i consiglieri regionali Roberto Bagnasco, Raffaella Della Bianca, Gino Garibaldi, Roberta Gasco, Marco Melgrati, Luigi Morgillo, Franco Rocca, Alessio Saso, Marco Scajola, Matteo Rosso e a seguire tutti i Parlamentari liguri Giorgio Bornacin, Gabriele Boscetto, Luigi Grillo, Franco Orsi, Sandro Biasotti, Roberto Cassinelli, Eugenio Minasso, Michele Scandroglio, si passeranno il testimone per dire con forza Sì al Governo di Silvio Berlusconi. Un nome di spicco al centro del tavolo: è quello dell’onorevole Claudio Scajola, cui spetta l’intervento di chiusura.