Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Genova, gli appuntamenti per l’Immacolata: Sanguineti, Lennon e mercatini di Natale

Genova. La giornata di mercoledì 8 dicembre è un piccolo assaggio in vista delle feste, quelle vere e proprie, in programma tra circa tre settimane. Visto che manca ancora abbastanza tempo alle grandi abbuffate di fine mese, meglio approfittare di questo ponte dell’Immacolata – tempo permettendo – per una sana passeggiata in città alla scoperta degli eventi culturali in programma per la giornata.

Come ‘riscaldamento’, si può optare per una sbirciatina alla mostra “Sanremo The Story. 60 anni di canzone in mostra”, nata da un’idea di Pepi Morgia che l’ha già presentata in Israele e in Russia. Negli spazi sovrastanti il Music Store dei Magazzini del Cotone, i visitatori avranno l’occasione di immergersi completamente nelle canzoni, nei personaggi e nelle atmosfere che hanno caratterizzato ben 60 anni di storia musicale (e televisiva) italiana.

Continuando sul filone musicale, alle 17.30 appuntamento a De Ferrari per ricordare l’ex Beatles John Lennon a 30 anni esatti dalla sua morte, avvenuta a New York per mano di uno squilibrato che freddò il musicista con quattro colpi di pistola.
La piazza principale della città sarà teatro di un concerto, diretto dal maestro Gianni Martini, con protagoniste le canzoni più famose di Lennon, inni alla pace e alla solidarietà tra i popoli.

Poco dopo, alle ore 18.00, i palazzi di Strada Nuova (via Garibaldi) verranno illuminati con 80 versi tratti dalle poesie del grande autore genovese, scomparso di recente, Edoardo Sanguineti, che il prossimo 9 dicembre avrebbe spento 80 candeline.
La città lo ricorda con un’ installazione di grande effetto ad opera di Marco Nereo Rotelli dal titolo “Genova si illumina di poesia”. In programma anche letture di Glauco Mauri ed esecuzioni musicali.
Le celebrazioni per gli 80 anni di Edoardo Sanguineti proseguiranno giovedì 9 al Porto Antico, alle librerie Feltrinelli, a Palazzo Ducale e a Palazzo Rosso.

Chi avesse ancora tempo e forze per visitare qualche altra mostra non rimarrà certamente deluso: al Museo del Risorgimento di via Lomellini 11 c’è ancora tempo per ammirare il celebre “Bacio” di Francesco Hayez, una delle opere italiane più note al mondo.

Il Museo d’Arte Orientale E. Chiossone (piazza Corvetto) ospita la mostra “Animali dello zodiaco giapponese”, mentre al Galata Museo del Mare (Calata de mari 1) si può ammirare il nuovo allestimento della sezione “Yachts Portraits – La Collezione Beppe Croce”, che riproduce l’interno di uno yacht club inglese di fine ‘800. Nel foyer del Teatro della Tosse si può visitare la mostra “Tonino Conte non è un regista”, fino al 24 Dicembre.

A Palazzo Ducale, la Sala del Munizioniere (ingresso da piazza Matteotti) ospita “Pane al pane”, viaggio nel mondo del cibo mediterraneo attraverso esposizioni e laboratori.

Stanchi di girare per mostre? Natale si avvicina, e le occasioni per curiosare tra le bancarelle si sprecano.
Alla Fiera, ad esempio, c’è spazio in abbondanza per sgranchire le gambe tra le bancarelle allestite in occasione di “Natalidea” 2010: 180 espositori presenti su una superficie totale di 20mila metri quadrati. Fino al 19 Dicembre.

Se non si trova nulla di proprio gradimento, si può optare per uno spazio più piccolo e, pur non rinunciando allo shopping, fare un gesto speciale per chi ha bisogno d’aiuto. Il Mercatino di San Nicola in piazza Piccapietra riunisce come ogni anno le bancarelle di ventiquattro associazioni nell’intento di coniugare la solidarietà con gli acquisti e i regali di Natale. Aperto fino al 23 dicembre.

La giornata prosegue anche di notte. Chi volesse trascorerre una bella serata a teatro può scegliere tra “La guerra di Klamm” al teatro Duse, “L’Inganno” di Schaffer al teatro della Corte e il celeberrimo “Il lago dei cigni” al Politeama.