Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Fincantieri, Tullo e Lunardon (Pd): “Alla ripresa, tavolo regionale sulla cantieristica”

Regione. Se il Governo non si occupa di Fincantieri, la regia di una linea politica chiara e precisa deve passare alla Regione, sotto la guida di Claudio Burlando. E’ quanto chiedono l’onorevole Pd Mario Tullo e il vicesegretario regionale Pd, Giovanni Lunardon.

“Continua lo stillicidio di notizie su Fincantieri – scrivono in una nota i due esponenti Pd – senza che ci sia un progetto complessivo per la cantieristica in Liguria e in Italia. Prima le indiscrezioni su di un piano di Fintecna che prevedeva la chiusura di Riva e il ridimensionamento dello stabilimento di Sestri Ponente, poi smentito. Ora le notizie in libera uscita relative alla riorganizzazione del comparto navalmeccanico militare, parzialmente rettificate ieri dal direttore della Divisione Navi Militari di Fincantieri. Su di un settore così strategico ci aspettiamo innanzitutto dal Governo e quindi dai vertici di Fincantieri un atteggiamento di maggiore responsabilità e soprattutto di maggiore chiarezza. Lo si deve innanzitutto ai lavoratori”.

“Siamo pronti a fare la nostra parte nel sostenere una riorganizzazione che faccia i conti con la congiuntura internazionale – continuano Tullo e Lunardon – ma con alcuni paletti per noi invalicabili: il mantenimenti di tutti i siti liguri, la difesa dei livelli occupazionali e il coinvolgimento sempre annunciato ma mai mantenuto delle parti sociali, delle istituzioni locali e della Regione. Purtroppo questo Governo continua a non avere una politica industriale anche in un settore chiave come questo. Si avvicendano i Ministri allo Sviluppo economico ma siamo sempre all’anno zero, cosa che non succede in nessun altro Paese del mondo dove, a prescindere dal segno politico, si interviene con scelte e commesse pubbliche per presidiare e difendere i settori strategici”.

“In assenza di politiche da parte del Governo chiediamo alla Regione Liguria e al Presidente Burlando di svolgere un ruolo di regia che dovrebbe essere del Governo. Auspichiamo quindi che la Regione, dopo aver incontrato Fincantieri, possa convocare un tavolo sulla cantieristica in Liguria con istituzioni locali, parti sociali e azienda per fare il punto e condividere una proposta complessiva su siti, commesse e investimenti. Il Parlamento con le sue commissioni si sta muovendo e alla ripresa è prevista la votazione in Commissione Attività Produttive di una mozione sulla cantieristica – concludono – Per quella data ci pare opportuno che le Istituzioni della Liguria si presentino con le proprie proposte”.