Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“Fido” meglio della suocera: mode e tendenze del Capodanno 2011 foto

Tra tradizione e nuove mode, la notte più lunga dell’anno è alle porte. In casa o al ristorante, fuori con gli amici, a casa con parenti oppure con il cane, in montagna o anche all’estero: le tendenze variano di anno in anno, accompagnate spesso anche dall’andamento economico e dalle possibilità dei portafogli.

Nella notte di San Silvestro 2010, complice anche la crisi economica, un italiano su quattro preferirà rifugiarsi in casa propria con amici e parenti. Ma secondo un sondaggio Confesercenti, la stima delle spese per il cenone di Capodanno segnala tempo perturbato anche sul fronte economico: si passa da 117 euro in media a persona spesi l’anno scorso, ai 104 attuali (-9%). I giovanissimi sembrano invece i più propensi ad aspettare l’anno nuovo in giro per locali o luoghi di vacanza, non sarà un caso se una delle novità di questo capodanno è l’aperitivo al posto del classico cenone: una soluzione alla moda e all’insegna del risparmio.

Ma c’è anche un’altra grande novità: il Capodanno 2011 sarà non da cani, ma con il cane. Gli italiani in questo sembrano non avere dubbi: meglio trascorrere le festività natalizie da soli con il proprio cane, piuttosto che con la suocera. E’ quanto emerge dalla ricerca condotta dall’Osservatorio ‘Donne e qualità della vita’, su un campione di 1.500 internauti uomini e donne. Se alla domanda “con chi passerai le prossime festività” il 51% degli intervistati risponde in famiglia con i parenti, e il 35% (soprattutto giovani coppie senza figli) con il proprio partner, a sorpresa un buon 12% del campione ha dichiarato di trascorrere le festività, per scelta, addirittura con la sola compagnia del proprio amico a 4 zampe, perché è più fedele e meno impegnativo di suoceri, parenti e affini.

A passare le feste da soli con l’adorato Fido sono soprattutto donne (53%), anziani (68%) e single (55%). Trasversale l’estrazione sociale, visto che il 36% è pensionato, il 22% è un docente scolastico o altro dipendente della Pubblica amministrazione, il 14% si dichiara libero professionista, ma un buon 12% è un imprenditore e l’11% un artigiano o commerciante. Il cane è scelto come compagno delle feste soprattutto perché trasmette sentimenti forti: senso di fedeltà (secondo il 24% dei partecipanti alla ricerca) e calore (18%), mentre il 15% lo preferisce ai parenti poiché il suo amore verso il proprio padrone è assolutamente gratuito (12%) e incondizionato (10%). Infine, per l’8% Fido è addirittura più ‘umano’ di tanti familiari che si fanno vivi solo in prossimità delle festività natalizie. Secondo gli intervistati, infatti, gli amici a 4 zampe rappresentano delle persone. Per il 33% sono degnissimi sostituti di un familiare scomparso o lontano. Gli animali sono come, e meglio, di un parente stretto per il 27% del campione d’indagine. Mentre il 22% li considera alla stessa stregua della compagnia di una persona reale.

Non solo affetto, però. Per il 37% degli intervistati è importante stare vicino al proprio quattrozampe nella notte dell’ultimo dell’anno anche per proteggerlo. Stando ai dati allarmanti diffusi dall’Aidaa, Associazione italiana per la difesa di animali e ambiente, ogni anno 5 mila animali muoiono di crepacuore per i botti sparati nella notte di Capodanno. E’ quindi importante fare loro compagnia, per minimizzare rumori e spaventi, magari accendendo la musica. Tra le razze più gettonate con cui trascorrere l’ultimo dell’anno al primo posto svettano i cani meticci (28%), seguiti dall’amatissimo pastore tedesco (16%), dai labrador e golden retriever (14%), dai classici cani da compagnia come volpini e chihuahua (11%), ma seguono a stretta distanza i giocherelloni boxer (8%), bassotto e beagle (5%). Infine i ‘cuor di leone’ come Rottweiler e Dobermann (2%), seguiti da tutte le altre razze. In questa nuova tendenza gli italiani non sono comunque soli: anche alcune delle più famose stelle di Hollywood hanno scelto di trascorrere le festività con il proprio amico a 4 zampe.

Per finire non possono mancare sogni e buoni propositi per l’anno nuovo: con un sondaggio on line, Confesercenti ha chiesto di segnalare il più grande desiderio per il 2011. Vince un ”buon lavoro”, in testa alla classifica con il 43% delle preferenze, seguito dal “colpaccio” che cambia la vita con una grossa vincita alle varie lotterie (30%). Al terzo posto la “voglia di successo in tv o al cinema” (12,2%), quarta e ultima l’”aspirazione a fare carriera in politica” (10%). Il resto risponde “no so” (fra il 5 ed il 6%) quasi a voler segnalare che in questo clima di incertezza non sa proprio … che pesci pigliare.