Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Consiglio provinciale: Repetto apre le porte della maggioranza all’UDC

Genova. La Provincia apre le porte all’UDC.”Vogliamo costruire un’alleanza che non vuole essere una aggregazione elettorale, ma condividere un programma per governare” ha affermato il presidente della Provincia Alessandro Repetto durante il consiglio provinciale di ieri pomeriggio.

Repetto ha anche indicato le priorità per l’azione della Provincia, chiedendo alle forze politiche di farsi carico delle risposte e valutazioni su questi temi (rifiuti, trasporto pubblico locale, rapporto città-porto, politiche sociali per famiglie, fasce deboli e occupazione, tutela dell’ambiente) e sul vincolo che l’ampliamento all’Udc dell’attuale maggioranza dei gruppi Pd-Prc-Pdci/Sel-Idv e Verdi non aumenti il numero degli assessori.

Il presidente della Provincia ha scelto “di guardare al futuro anche se, non avendo alcuna ambizione per nuove sfide elettorali, avrei potuto scegliere di amministrare del tutto dignitosamente con la mia coalizione sino alla fine del mandato; però vanno colti i fermenti, le inquietudini e le proposte per una politica nuova e coerente con i mutamenti”.

“Un’alleanza che pareva improponibile in passato – ha proseguito Repetto – diviene indispensabile per prepararsi al futuro, perché le storiche espressioni delle forze di sinistra e il Pd devono guardare anche al centro per vincere e governare. Chiedo di legittimare la scelta dell’ingresso dell’Udc nella maggioranza (vissuta anche come passaggio difficile e doloroso per un traumatico distacco dal Pd che in passato aveva segnato l’ampliamento del gruppo Udc) come impegno unitario per una comunità d’intenti, nella consapevolezza che ogni gruppo di maggioranza sia forza di governo anteponendo il valore della coalizione alla singola rappresentatività politica”.

Alessandro Repetto ha poi ribadito “non ho questioni personali con nessuno e l’ottimo lavoro della vice presidente Marina Dondero sui diritti delle donne e delle persone emarginate si è realizzato anche grazie alla sensibilità dell’intera giunta, della maggioranza e del Consiglio”.

I punti programmatici indicati dal presidente Repetto riguardano le politiche sociali, la tutela dell’ambiente, lo sviluppo economico, culturale, turistico. Sui rifiuti Repetto auspica “soluzione soddisfacente e condivisibile con il gassificatore, ricercando sul territorio siti e strumenti per integrare il sistema e incrementare la raccolta differenziata”.

E sul trasporto pubblico locale “i tagli del governo – ha detto – mettono a rischio l’offerta del servizio, il mancato adeguamento del contratto di servizio e l’impossibilità di ricapitalizzare ci impone la gara ad evidenza pubblica, per ottenere anche nuove risorse a sostegno del trasporto per i cittadini e i lavoratori di Atp, con un confronto ampio e approfondito fra le parti”.

Infine sul rapporto città-porto il presidente della Provincia esprime “piena sensibilità alle istanze ambientali, ma ricordando che la grandezza di Genova si è costruita sul mare. Non possiamo negare l’insediamento di un porto d’Africa, una porta aperta verso paesi a sviluppo galoppante, con opportunità di lavoro e di nuova qualità del lavoro”.