Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Cellulari, nel 2011 al via la vendita dei caricatori universali nei paesi UE

Più informazioni su

Genova. Chissà quante volte ci siamo trovati nella condizione di aver diperatamente bisogno del cellulare proprio nel momento in cui sullo schermo lampeggia la temuta scritta “batteria scarica”. E non sempre, in questi casi, ci si può ‘salvare’ chiedendo un caricatore ad amici o conoscenti che, spesso, rientrano in possesso di cellulari diversi dai nostri. E quindi, con essi, anche la strumentazione indispensabile al funzionamento dell’apparecchio.

Nei primi mesi del 2011 potremo però finalmente dire addio a questi inconvenienti grazie ad un’invenzione che semplificherà di sicuro le vite di molti. Stiamo parlando del caricatore unico per tutti i cellulari venduti all’interno dell’Unione Europea.
Gli organismi europei di normalizzazione Cen-Cenelec ed Etsi hanno completato l’elaborazione delle norme armonizzate per la fabbricazione di telefoni cellulari “data-enabled”, in grado cioè di essere collegati a un computer, compatibili con un nuovo caricatore universale.

“Sono molto felice del fatto che gli organismi europei di normalizzazione abbiano soddisfatto la nostra richiesta di elaborare in tempi brevi le norme tecniche necessarie per produrre un caricatore per telefoni cellulari universale basato sul lavoro dell’industria”, ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Ue e responsabile dell’industria Antonio Tajani.
“Spetta ora a quest’ultima mantenere il proprio impegno di vendere telefoni cellulari compatibili con il nuovo caricatore”, ha ammonito il vicepresidente dell’esecutivo Ue, sottolineando che “il caricatore universale semplificherà la vita ai consumatori, produrrà meno rifiuti e andrà a vantaggio delle imprese, è una situazione da cui tutti escono vincenti”.

I principali produttori di telefoni cellulari del mondo si sono infatti impegnati a garantire, sulla base del connettore micro-usb, la compatibilità dei caricatori per telefoni cellulari data-enabled, che secondo le previsioni sarà la tipologia che entro due anni dominerà il mercato. L’accordo è stato sottoscritto nel giugno del 2009 e firmato da una decina di aziende, tra le quali Apple, Motorola Mobility, Nec, Nokia, Samsung, Sony Ericsson, LGE.

Successivamente all’accordo con l’industria, nel dicembre del 2009 Bruxelles aveva quindi dato mandato agli organismi europei di normalizzazione Cen-Cenelec ed Etsi di elaborare norme Ue per il caricatore universale, ora disponibili. Il completamento di questo processo che ha portato alla definizione di standard tecnici Ue che di fatto consentono l’interoperabilità, rende quindi possibile la compatibilità del caricatore universale i telefoni cellulari data-enabled di diverse marche.

Le nuove norme europee tengono anche conto dei rischi per la sicurezza e delle emissioni elettromagnetiche, assicurando al tempo stesso che i caricatori universali siano sufficientemente protetti da interferenze esterne.La Commissione europea prevede quindi che “i primi caricatori comuni e telefoni cellulari compatibili con le nuove norme saranno disponibili sul mercato europeo entro i primi mesi del 2011”, conclude il documento di Bruxelles.