Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Turismo, Lista Biasotti: “Voli Genova-Londra a/r in giornata”

Regione. Un ponte aereo tra Londra e Genova funzionale e con gli orari “giusti”. Dal momento che attualmente i collegamenti aerei per la capitale britannica prevedono almeno un pernottamento e non consentono lo spostamento in giornata, importante invece per molti professionisti. Con questo scopo il consiglio regionale monotematico sul turismo ha approvato un ordine del giorno proposto dalla Lista Biassotti e firmato da tutte le altre forze politiche.

Il documento impegna la giunta Burlando a “ottenere garanzie dall’aeroporto di Genova perchè venga fatto un accordo che preveda voli da e per Londra con una pianificazione oraria che permetta di sfruttare a pieno anche una sola giornata lavorativa e consenta ai turisti provenienti da Londra di sfruttare a pieno le giornate di vacanza in Liguria, così come avviene nelle altre città”.

“Genova e Londra sono – afferma il consigliere LB, Lorenzo Pellerano – città legate per lunga tradizione, capitali storiche dello shipping e strette da rapporti storici, culturali, economici e commerciali.
Tra loro è forte l’interdipendenza e lo scambio nei settori delle assicurazioni, della finanza, dell’armamento e di molte altre competenze legate al mondo marittimo. L’attuale calendario di scali da e verso Londra non consente ai professionisti di sfruttare per interno la giornata lavorativa costringendo le aziende genovesi a sostenere ingenti spese di trasferta, situazione, dunque, penalizzante per le società ed i lavoratori della Liguria. Ciò si ripercuote anche sui rapporti Londra-Genova in quanto anche i professionisti stranieri sono costretti a perdere mezza giornata lavorativa a causa dei collegamenti aerei mal pianificati.

Per quanto riguarda il turismo la Liguria è meta apprezzata e frequentata da molti turisti provenienti dalla Gran Bretagna, ma il fatto che l’ultimo volo in partenza da Genova per Londra decolli alle 15,20 rende la Liguria meta poco appetibile, soprattutto per i weekend lunghi – continua l’esponente della Lista Biasotti – Per trascorrere almeno 2 giorni a Genova o in Riviera i turisti provenienti dalla Gran Bretagna sono costretti a prendere un lunedì di ferie o, in alternativa, a perdere il pomeriggio della domenica. Il mio intento è stato condiviso dall’intero Consiglio – conclude Pellerano – Resta, perciò, il rammarico per un risultato che si poteva ottenere in maniera immediata e che ora rischia di perdersi nella discussione in Commissione”.