Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tripletta di Pazzini: Lecce-Samp finisce 2-3

Più informazioni su

Genova. Lecce – Sampdoria 2-3. La tripletta di Pazzini decide le sorti di un partita all’insegna del ritmo e dei gol. E se per i blucerchiati il match sembrava finito già al 45′ del primo tempo, quando la quadra di Mimmo Di Carlo entrava negli spogliatoi con due gol all’attivo e l’avversario in 10 per l’espulsione di Chevanton, il Lecce, nonostante l’inferiorità numerica, ha inseguito il risultato fino alla fine causando non pochi brividi alla Sampdoria.

Il primo gol blucerchiato arriva subito, all’ottavo minuto di gioco del primo tempo quando Pazzini, approfittando di un errore della difesa leccese, mette dentro alle spalle di Rosati. La Samp, orfana dei suoi tifosi non tesserati, tenuti a casa dalla decisione del Casms che ha vietato la trasferta ai non possessori della tessera del tifoso, perde un po’ di smalto sotto gli attacchi della squadra di casa. Ma al 40′ poco prima della pausa, Chevanton protesta per un rigore non concesso e scalcia un avversario: rosso per il giocatore leccese e rigore per la Sampdoria. Batte Pazzini: è il 2-0. Nei minuti di recupero l’attaccante sfiora la tripletta con un sinistro incrociato, ma non è ancora l’ora.

Nel secondo tempo infatti il Lecce si fa pericoloso in contropiede. Al 27′ Di Michele con un colpo di tacco al volo segna il 2-1 insaccando Curci, ammonito pochi minuti dopo per perdita di tempo nella rimessa dal fondo. Non passano neanche 10 minuti e il Lecce raddoppia raggiungendo il pareggio con un gol di testa di Diamoutene. Manca poco, ma la partita non è finita: al 43′ Pazzini firma la tripletta che porta la Sampdoria a quota 19, sesta in classifica insieme al Chievo.