Cronaca

Torriglia: apre primo macello dedicato alla selvaggina

torriglia

Torriglia. Gli amanti della carne di cinghiale, lepre e fagiano saranno contenti: da dicembre in Valle Scrivia, e più precisamente a Torriglia, aprirà il primo macello per la selvaggina, ovvero un punto commerciale in cui saranno messe in vendita le carni di animali cacciati nell’entroterra genovese.

Nasce così la filiera della cacciagione che ha visto, durante il consiglio provinciale, un netto “no” da parte dei Verdi, che minacciano di fare ricorso a Bruxelles.

Ci sono ancora alcune questioni sanitarie da definire, come le operazioni necessarie che i cacciatori svolgono dopo la battuta: le modalità e i tempi di trasporto dell’animale dopo l’abbattimento, oltre ai controlli veterinari, ma è solo questione di qualche settimana: entro Natale si potrà comprare la carne di cinghiale direttamente dal cacciatore.
Un altro punto vendita verrà successivamente aperto in Valle Stura, da decidere ancora il luogo tra Masone e Campoligure.

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Genova24 è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Genova24 di restare un giornale gratuito.