Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Terzo Valico, Vincenzi: “Felice a metà, troppi rinvii e finanziamenti ridotti”

Genova. Il Cipe ha finalmente approvato il terzo valico: Marta Vincenzi si dice contenta, ma solo a metà. “L’approvazione – spiega Vincenzi – arriva dopo una tale estenuante serie di rinvii e diminuzioni dei finanziamenti che la felicità oggi è sicuramente contenuta. Stiamo parlando, infatti, di una cifra modesta rispetto all’entità dell’opera – sottolinea la Sindaco, riferendosi ai 500 milioni di euro per il primo lotto – e che, tra l’altro lascia aperte alcune situazioni ancora da definire.

Certo sarebbe stato meglio se avessero ascoltato prima le voci di denuncia, tra cui la mia, sull’esclusione di Genova dai processi strategici e fondamentali di sviluppo del nostro Paese, collegati alle scelte dell’Europa, e se avessero capito, a tempo debito, che il terzo valico è un’opera fondamentale per la salvaguardia della nostra città e del porto, ma è anche una possibilità di sbloccare i collegamenti in un ambizioso progetto di logistica e portualità. Lo predico da 15 anni, e con me altri, ma tutti i Governi, anche lo stesso Prodi, lo hanno capito con molto ritardo.

Dopo 30 anni – continua la Sindaco – non possiamo non vedere che il gap di sviluppo per Genova e il Paese si è allargato molto. Faccio solo un esempio: un mese fa i genovesi hanno potuto vedere la caduta dell’ultimo diaframma del San Gottardo, parte fondamentale della Genova-Rotterdam. La Svizzera, cioè – conclude Vincenzi – con sforzi e investimenti straordinari, nel giro di qualche anno, ha portato a termine un enorme investimento che oggi le consente di essere cuore pulsante d’Europa. Noi è 30 anni che ragioniamo sul terzo valico”.