Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sciopero Amt: adesione totale, da gennaio aumento del biglietto a 1,40 euro

Genova. Secondo i sindacati sono ottimi i risultati dello sciopero indetto questa mattina dal personale Amt: l’adesione è stata del 100%.

Nel frattempo dalla Regione l’assessore ai trasporti Enrico Vesco ha confermato le voci in riguardo all’aumento del prezzo del biglietto, decisione presa questa notte, durante la riunione che ha visto coinvolta la Regione e i sindacati dei trasporti. Riunione che nelle ultime ore ha fatto preoccupare molto i lavoratori Amt, tanto che i sindacati hanno deciso di organizzare un’assemblea generale questo pomeriggio all’officina Guglielmetti, per spiegare i termini dell’accordo.

Sull’aumento del prezzo del biglietto ha così dichiarato l’assessore Vesco: “Nell’incontro di questa notte con i sindacati la Regione si è impegnata a mettere a disposizione dei lavoratori in esubero la cassa integrazione in deroga e un fondo di 5 milioni di euro per agevolare e sostenere la riorganizzazione di Amt. Inoltre, tasto dolente per i cittadini, abbiamo deciso per l’aumento del prezzo del biglietto, che dal 1 gennaio salirà a 1,40 euro. Per noi è stato quasi imbarazzante, visto il periodo di crisi, accettare la proposta dei sindacati dell’azienda e ci abbiamo riflettuto molto prima di prendere questa decisione”.

E mentre Vesco annuncia l’aumento, i sindacati dei trasporti organizzano per questo pomeriggio, alle ore 14.30, un’ assemblea generale con i lavoratori preoccupati per le decisioni prese nella notte durante la riunione in Regione.

“I lavoratori sono preoccupati – afferma Antonio Cannavazzuolo, segretario Uil Trasporti – perchè hanno sentito parlare di cassa integrazione e hanno paura di rimanere a casa, quando invece chi verrà messo in cassa  sono le persone che nel giro di poco tempo raggiungeranno la pensione, e non chi ha ancora da lavorare per 30 anni. C’è fermento nell’aria, si generano paure per poca conoscenza di quello che è successo ieri sera  o perchè la voce gira in maniera sbagliata. Una assemblea l’avremmo comunque indetta presto, ma abbiamo dovuto organizzarla velocemnte per i dubbi che sono nati in queste ultime ore”.