Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

S. Margherita, porto: esaltare l’offerta turistica scommettendo su servizi e qualità ambientale

Santa Margherita. Esaltare l’offerta turistica del porto scommettendo sui servizi agli yachts e sulla qualità ambientale, per potenziare l’appeal di un approdo tra i più caratteristici dell’intero arco ligure. E’ questa la filosofia che ha indotto l’amministrazione comunale di Santa Margherita, in collaborazione con un rilevante numero di soggetti operanti in ambito portuale, a partecipare al bando regionale “Turismo Porti Ambiente” per la realizzazione di piccole infrastrutture ambientali nei porti turistici. Il progetto, di elevato interesse sia per l’area portuale che per lo specchio antistante, armonico alle operazioni di restyling della diga foranea, prevede due diversi interventi che puntano al sensibile miglioramento della qualità delle acque.

Un primo intervento consiste nella realizzazione della rete fognaria a servizio del porto per il collettamento delle acque nere scaricate dalle imbarcazioni e l’invio all’impianto di trattamento comunale. L’opera consentirà di evitare l’immissione di reflui non trattati in acque superficiali, ridurre il carico organico locale e aumentare l’ossigenazione del bacino. L’impianto sarà costituito da una vasca di raccolta dei liquami posta in prossimità del nuovo tratto di diga foranea, al cui interno troveranno posto 2 pompe trituratici che convoglieranno i liquami alla rete. Alla creazione della nuova rete fognaria saranno associati il potenziamento dell’impianto elettrico, con posa in opera di 6 colonnine al servizio delle imbarcazioni, e la realizzazione dell’impianto di distribuzione di acqua potabile per il rifornimento degli yachts.

Il secondo intervento, di carattere sperimentale, sviluppa un progetto di spongicoltura dell’Università di Genova basato sulla filtrazione naturale tramite colture di poriferi presenti nell’habitat naturale . La produzione di questa bio-massa di spugna permette la filtrazione di una quantità di acqua pari a ben 1000 volte il loro volume nelle 24 ore e una capacità di trattamento dei batteri e della sostanza organica disciolta del 70%.

“Assicurare lo sviluppo delle attività diportistiche in armonia con l’ambiente attraverso soluzioni eco-compatibili – dichiara l’assessore Michele Corrado – è uno degli obiettivi strategici della nostra amministrazione. Quest’impegno, coerente con gli indirizzi di politica ambientale che ci siamo assegnati, ci stimola alla continua ricerca di attività e progetti innovativi che possano valorizzare il territorio, incentivandone allo stesso tempo lo sviluppo socio-economico”.