Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pulizia treni, Tullo (Pd): interrogazione parlamentare sul caso dei lavoratori Manzoni

Genova. Sulla sorte dei 331 lavoratori della società Pietro Manzoni Ambiente, operante da oltre venti anni nella pulizia dei treni, che a seguito della Gara indetta da Trenitalia, ha perso l’appalto, il deputato Pd Mario Tullo ha presentato un’interrogazione scritta al Ministro del Lavoro e delle Infrastrutture.

“La società Pietro Manzoni Ambiente s.p.a occupava 331 lavoratori fino al 7 febbraio 2010 , che sono stati riassunti dalla società vincente del nuovo appalto – ha scritto l’onorevole Tullo – attualmente questi lavoratori sono ancora in attesa delle ferie residue, dei buoni pasto e soprattutto del trattamento di fine lavoro, per alcuni di loro impiegati da 20/25 anni nella Manzoni spa si tratta di cifre che arrivano a toccate i 50 mila euro.

Secondo quanto disposto dal decreto legislativo del 2003 in materia, anche Trenitalia è coinvolta direttamente alla vertenza in corso che si protrae da oltre nove mesi e che fino ad oggi, nonostante il rifiuto di Manzoni spa di aprire un tavolo di trattativa, ha visto i lavoratori e le organizzazioni sindacali responsabilmente non promuovere agitazione sindacali,scioperi per non creare danni agli utenti e alla nuova società subentrata a Manzoni spa. Vorrei sapere quali atti il Governo vorrà promuovere al fine di affrontare e risolvere questa complessa vertenza che vede coinvolte anche Ferrovie dello Stato e la società Trenitalia e soprattutto 331 lavoratori,già duramente colpiti dall’attuale crisi economica, che attendono giustamente il pagamento di quanto dovuto da parte di Manzoni”