Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Piscina del Poggiolino: l’Asd Rapallo Nuoto vince la gara per l’affidamento

Rapallo. Genitori e atleti, allenatori, dirigenti e dipendenti della Rapallo Nuoto, possono tirare un sospiro di sollievo. Oggi, in seduta pubblica, l’impianto sportivo S.Pietro è stato ufficialmente assegnato all’Asd Rapallo Nuoto, in gara per la gestione della piscina comunale del Poggiolino contro la Sport Managment, società “esterna” di Verona.
“L’Asd Rapallo Nuoto – ha commentato l’assessore comunale ai lavori pubblici e al patrimonio, Fabio Mustorgi – ha vinto una gara che alla fine ha premiato in modo importante gli aspetti sociali, agonistici e sportivi, rispetto alla mera offerta economica, in perfetto accordo con quanto ritiene la nostra amministrazione: prediligere lo scopo sociale e il supporto dell’attività agonistica dei nostri ragazzi”.

Il Comune di Rapallo ha speso 450 mila euro nella riqualificazione di un impianto che “ne aveva assoluto bisogno”, attraverso il rifacimento del tetto, con una particolare attenzione alle tecniche di risparmio energetico, l’impianto di illuminazione e di circolo aria. “Si tratta di un progetto in house, tramite gara, che ci ha permesso già ad agosto l’inizio dei lavori. Tempo permettendo, dovremmo poter consegnare alla Rapallo Nuoto l’impianto riqualificato verso i primi di gennaio”.

Tre le vasche del S.Pietro: una coperta da 25 metri e due scoperte, di cui una da 25 e l’altra da 50 metri. Inoltre farà parte dell’impianto anche il campo da calcio, oggi ancora a 7, ma che, prossimamente, nel giro di 12-15 mesi, diventerà a 11, in erba sintetica, per le partite professionali, compatibile così con le esigenze delle categorie calcistiche presenti in città.