Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Passeggiata di Corte: i commercianti chiedono di posticipare la riasfaltatura

Santa Margherita. E’ stato presentato ieri sera alla Casa del Mare, di fronte a circa 80 cittadini, commercianti e rappresentati di associazioni locali, il progetto esecutivo di riqualificazione della passeggiata a mare di Corte: via Bottaro e via Garibaldi ampliate da 3 a 6 metri.

Diversi i suggerimenti provenienti dai cittadini, dall’uso dei materiali alla tempistica di realizzazione. “Valuteremo attentamente – ha promesso l’assessore ai lavori pubblici Mario Fracchia – la possibilità di posticipare a dopo l’estate la riasfaltatura della strada, in modo da limitare allo stretto necessario i disagi alle attività”.

Il cronoprogramma prevede in primo luogo la costruzione degli “intarsi” di arenaria lungo il manto stradale per sfruttare i bassi livelli di traffico dei mesi invernali, quindi lo smantellamento e la realizzazione della passeggiata muovendo dall’ingresso del Porto verso la congiunzione con Banchina Sant’Erasmo.

Via Bottaro e via Garibaldi saranno anche attrezzate per ospitare nuovi servizi grazie alla posa di tubi ‘corrugati’. I nuovi impianti, ad esempio un eventuale nuovo lotto di pubblica illuminazione, saranno attivati gradualmente sulla base delle necessità che via via verranno rilevate.

Il Sindaco, Roberto De Marchi, ha sottolineato dal canto suo il carattere di organicità della nuova passeggiata al più generale ambito di riqualificazione dell’area portuale, contraddistinto da una vasta gamma di interventi che dalla diga foranea potrebbero allargarsi alla scogliera sottostante il Castello Cinquecentesco, che l’amministrazione intende fare oggetto di un banchinamento in legno concomitante all’allungamento di 25 metri del Molo Lanzarotto Maloncello.

“Nel Porto – ha concluso il Sindaco, che ha anche invitato i commercianti di Corte a mettersi in rete attraverso forme consortili quali il Centro Integrato di Via – si gioca una partita che deve essere vinta: quella del rilancio economico e occupazionale di Santa Margherita”.