Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Osservatorio Gronda, Ranieri: “Fondamentale per trasparenza e rispetto ambientale”

Genova. Trasparenza e rispetto ambientale, sono queste le parole chiave su cui si baserà l’Osservatorio locale per la Gronda di Ponente, per cui domenica i cittadini sono chiamati a votare i componenti. “L’osservatorio continua lo spirito del Dibattito Pubblico – ha commentato l’assessore comunale alla Cultura e all’Innovazione, Andrea Ranieri – e costituisce in questo percorso un elemento fondamentale per assicurare il massimo della trasparenza. Naturalmente per le valutazioni ambientali ci sono ulteriori livelli decisionali, per esempio la Regione, e i cittadini potranno interloquire con questi percorsi che sono previsti, tra l’altro, dalla legge”.

Quanto alle elezioni di domenica, l’assessore sottolinea l’importanza del coinvolgimento effettivo dei cittadini: “Si sono presentati candidati in tutti i seggi, con un numero che varia a seconda dell’impatto che avrà l’opera sul territorio. Questo è un aspetto significativo e non affatto scontato”. E su chi invece ha sempre osteggiato l’opera: “I comitati si sono autoesclusi dalle candidature e non per scelta nostra – ha concluso l’assessore – Ci sono, però, a onor del vero, esponenti e leader del comitato antigronda che hanno deciso di partecipare e continuare così a vigilare attivamente con gli strumenti a ciò deputati”.

Gli eletti resteranno in carica sino all’entrata in esercizio della Gronda di ponente. Per tutti i componenti dell’Osservatorio non è previsto alcun rimborso spese, né alcun gettone di presenza.
In caso di dimissioni o impossibilità gli eletti potranno essere sostituiti, ove possibile, dal candidato o candidati non eletti.
Se il numero dei rappresentanti dei cittadini dovesse scendere sotto la soglia di sei, i Municipi nei quali si troveranno i collegi non rappresentati potranno organizzare l’elezione dei nuovi rappresentanti.