Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Osservatorio Gronda: presentati in comune i dieci candidati

Genova. Il 28 novembre i cittadini direttamente coinvolti nella realizzazione della Gronda di Ponente saranno chiamati a scegliere i loro rappresentanti nell’Osservatorio locale. I cittadini eletti avranno il compito, insieme agli altri componenti, tecnici e istituzionali, di accompagnare tutte le attività di realizzazione dell’opera, analizzando i problemi che si presenteranno e proponendo soluzioni che tengano conto anche del punto di vista degli abitanti.

Ecci i nomi dei candidati: Angelo Antonio Verardo (coll.3 Municipio Ponente), Francesco Berretta (coll.1 Municipio Medio Ponente), Andrea Scotto (coll.1 Municipio Ponente), Emanuele Bozzo (coll.2 Municipio Ponente), Enrico Sabatini (coll.3 Municipio Valpolcevera), Massimo Monini (coll.4 Municipio Valpolcevera), Marco Colombi (coll.1 Municipio Valpolcevera), Maura Paoletti (coll.2 Municipio Valpolcevera), Laura Golotta (coll.5 Municipio ValpolceverA), Giorgio Flomi (coll.1 Municipio Centro Ovest), Lilia Valente (coll.5 Municipio Valpolcevera), Aldo Canepa (coll.5 Municipio Valpolcevera), Ennio Guerci (coll.1 Municipio Centro Ovest).

“Siamo nati quattro anni fa e siamo stati il primo comitato anti Gronda della Valpolcevera – spiega Ennio Guerci, portavoce del comitato anti Gronda di via Porro – l’osservatorio servirà per controllare la situazione e mitigare gli eventuali effetti negativi. Se non dovesse funzionare, saremo i primi a sbattere la porta e tornare in strada”.

Enrico Sabatini, del collegio Murta-Trasta-Fegino, spiega: “Essere contro la Gronda significherebbe essere contro lo sviluppo e le infrastrutture. Già 30 anni fa, infatti, si parlava di una bretella, quella che oggi si chiama appunto Gronda – dichiara – L’osservatorio potrà essere utile per garantire uno sviluppo dell’opera compatibile con l’ambiente e le esigenze del territorio”.

Francesco Beretta, che fa parte del comitato Quattro Palazzi, precisa: “Il nostro è stato uno dei pochi comitati d’accordo fin da subito per la realizzazione della Gronda. Sia con la precedente amministrazione che con quella attuale avevamo concordato di essere ricollocati in un’altra zona per tutto il periodo dei lavori – spiega – oggi continuiamo a chiederlo perché anche se la Gronda sarà alta e non bassa, come era previsto all’inizio, nel nostro quartiere verrà collocato il campo base di autostrade, con evidenti disagi per gli abitanti, che già vivono in un quartiere molto trafficato e rumoroso. L’osservatorio darà ai cittadini la possibilità di controllare tutto il percorso insieme al Comune”.

Tutti i cittadini sono invitati a votare il 28 novembre dalle ore 9 alle ore 19. Per il Municipio V le sedi elettorali sono: per il collegio 1, Pontedecimo, S. Biagio e Morego , nel Palazzo di Via Poli, 12; per il collegio 2, Bolzaneto, Geminiano, Brasile, nel palazzo di via Reta 3; per il collegio 3, Murta, Trasta, Fegino, Villa Sanguineti in via dei Molinussi 9, per il collegio 4, Valtorbella, Begato, il Centro civico Valtorbella, P.zza Vittime di Bologna, 2, per il collegio 5, Certosa, Rivarolo a passo Torbella 12. Come si vota: occorre presentare al Presidente del seggio un documento di riconoscimento valido. Si può esprimere la preferenza per un solo candidato del proprio collegio elettorale.