Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Natale: parte la caccia dei regali, donne più generose degli uomini

Più informazioni su

Genova. Ogni anno il Natale sembra arrivare prima: le luminarie sono già installate nelle città, le vetrine allestite in rosso e oro, gli scaffali nei negozi già ricchi di decorazioni. Insieme ai messaggi subliminali sul Natale, gli italiani iniziano a pensare ai regali da comprare, alle cene, e a come evitare di spendere una fortuna. Ed è proprio su come i nostri connazionali affronteranno il Natale 2010, che ha indagato una ricerca di Tns International per eBay, dalla quale è emerso che la spesa prevista quest’anno sarà di circa 225 euro complessivi per i doni, 400 euro per un 15%, e di 135 euro per gli addobbi, biglietti augurali e altre spese, legate alla festività.

Solo in regali, il prossimo Natale costerà agli Italiani circa 5 miliardi di euro. Se in media ciascuno acquisterà nove regali, sono le donne che, con undici doni contro otto per gli uomini, si dimostrano più generose in fatto di quantità di doni. Ma alla quantità maggiore non corrisponde una spesa più alta. Saranno infatti gli uomini che, a fronte di meno regali, compreranno sorprese ‘preziose’. La ricerca rivela che, tranne che per i bambini, per tutti gli altri il sesso forte spenderà in media molto di più. Qualche esempio? Centotrentotto euro per il partner contro gli ottantasei euro delle donne e ottanta euro per gli amici contro i quarantanove euro delle donne. Le donne si confermano però protagoniste assolute di questo Natale: ben il 66% ha ammesso di occuparsi di ogni aspetto organizzativo in prima persona contro il 25% degli uomini e di essere entusiasta all’idea dello shopping natalizio. Seguire tutto significa avere anche sotto controllo le spese.

Sarà per questo forse che il gentil sesso si dimostra più attento al risparmio: il 32% delle intervistate ha individuato, tra gli aspetti meno graditi, il consumismo natalizio contro il 28% degli uomini e il 33% delle donne ritiene che i costi elevati siano un aspetto insopportabile del Natale contro il 26% degli uomini. Sarà forse che il 40% dei nostri connazionali trova stressanti le code ai negozi, e un 29% fa fatica a trovare il tempo per dedicarsi allo shopping natalizio, ma quest’anno oltre 6.8 milioni di italiani hanno deciso che per i regali di Natale si rivolgeranno anche alla rete. Il 31%, infatti, ha dichiarato che farà più acquisti online rispetto all’anno scorso, facendo propri i vantaggi riconosciuti di comprare via web, come il prezzo, il risparmio di tempo e la possibilità di acquistare a ogni ora. Su internet ci si muove con un certo anticipo: lo scorso anno, la data in cui gli italiani hanno fatto maggior shopping su www.ebay.it per Natale è stato il primo dicembre.

Guardando alle tecniche che mettono in atto i nostri connazionali per ‘indirizzare’ i regali e assicurarsi di ricevere quello che vorrebbero, il 30% in realtà non fa nulla e si limita forse a sperare, ma ben il 36% fa allusioni ed accenna a cosa desidererebbe e un 18%, diretto, chiede esattamente il regalo che vuole. Ma al di là dei tentativi, cosa sa si aspettano di trovare sotto l’albero gli italiani? Il 22% dichiara di desiderare un viaggio, percentuale che sale al 26% per le donne, mentre il 12% vorrebbe ricevere vestiti e accessori moda. Guardando solo agli uomini, il 15% preferirebbe ricevere oggetti tecnologici e il 16% oggettistica per il fai da te. Il 14% non vorrebbe trovare sotto l’albero cosmetici e il 13% oggetti per la casa. Ma al di là dei desiderata e dei regali più temuti, quello che gli italiani di fatto prevedono di scartare con più probabilità sono vestiti e accessori (22%), libri (12%) e cosmetici (8%).